Disney Story

Storia, gloria e... lati nascosti dell'Impero Disney

Spazio dedicato a cinema, serie TV, spot, bloopers, libri, fumetti, musica e molto altro / Chat about movies, TV series, spot, bloopers, books, comics, music and more
Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31

Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 22 settembre 2014, 12:36

Bellissima, peccato non ci sia sul Play Store :(

... E in ogni caso ottima scelta per educare il cucciolo alla buona animazione :) io tra un po' inizierò a regalare ai miei cuginetti i DVD dei grandi Classici, da Biancaneve in poi :)




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 22 settembre 2014, 14:35

... E visto che Blu ha riportato Up il topic, ne approfitto per lanciare un nuovo Disney Trivia che addirittura è un crossover tra DS e DIS :D

DISNEY TRIVIA n° 2
Questione di... guanti!


Guardando i cartoni o leggendo le storie a fumetti di Topolino sicuramente qualcuno di voi si sarà chiesto almeno una volta perché questo personaggio indossi i guanti. Non solo: a indossare i guanti (rigorosamente con quattro dita e tre pieghette decorative) sono praticamente tutti i personaggi Disney, a eccezione della famiglia dei Paperi.
A cosa si deve questa particolarità?
Per quanto riguarda l'assenza del quinto dito, si tratta di una caratteristica che risale ai primissimi cartoni animati: gli animatori trovavano infatti difficilissimo disegnare e animare il mignolo, così cominciarono autonomamente a ometterlo.
In realtà, nei primi anni di Topolino, questa circostanza era già superata grazie alle nuove tecniche di animazione, ma la consuetudine era ormai ben radicata: l'assenza del quinto dito era diventata una specie di "distintivo" tra il mondo della fantasia e quello degli umani.
Walt Disney decise quindi di continuare a rispettare la "regola delle quattro dita", seppure con le dovute eccezioni: nei suoi Classici, per esempio, i personaggi "umani" (Biancaneve, Geppetto, Cenerentola ecc.) hanno cinque dita, mentre quelli caricaturali o animali antopomorfi (I Nani, Pinocchio, i Topini...) ne hanno quattro.

E i guanti? Anche questi possono essere spiegati con una questione "tecnica".
Nei primi cartoni Topolino non indossava i guanti: le sue mani erano nere, cosa che causava una grande difficoltà nel distinguere le singole dita nel momento in cui le chiudeva a pugno.

Immagine

Questo andava bene nei primi cartoni, quando il tratto era ancora primitivo e i movimenti di Topolino semplici ed elementari; man mano che il personaggio evolveva e, assieme a lui, le tecniche animative e il realismo delle scene, si dovette trovare una soluzione.
Nel cartone "The Opry House", uscito poco più di due mesi dopo il suo debutto ufficiale, Topolino indossa per la prima volta i guanti bianchi. E' probabile che ciò sia dovuto al fatto che nel cortometraggio Topolino suona per la prima volta il pianoforte, e dunque era necessario distinguere il movimento delle singole dita.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=KjxVJwH_89o[/youtube]

Da allora Topolino non si è mai tolto i guanti, e tutti i personaggi attorno a lui ne hanno fatto uso, dapprima per le sue stesse ragioni, più avanti per un semplice vezzo che caratterizza il mondo Disney.
La famiglia dei Paperi non porta i guanti per il semplice fatto che le mani dei suoi componenti sono bianche, e anche chiuse si distinguerebbe la linea delle singole dita.
In Italia, l'usanza dei guanti trova una sua propria declinazione, che andremo a vedere nell'apposito post :D




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Blu
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 25034
Iscritto il: 10 gennaio 2003, 17:30



Tomb Raider 3 Gold

Re: Disney Story

Messaggio da Blu » 30 settembre 2014, 11:30

Mi ero persa il trivia XD .. in effetti è vero, la curiosità riguardo i guanti/mani sicuramente colpisce tutti prima o poi :) , solo che diventando appunto un tratto distintivo alla fine lo si prende come dato di fatto.. grazie per l'approfondimento Max 3_5




Golden Reviewer (157 Golden Award)
| Predatore



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 11 gennaio 2016, 23:27

E dopo un bel po' di tempo ritornano i...

DISNEY TRIVIA n°3
Riciclare è bello!


C'è un piccolo, grande segreto che ha accompagnato la storia della Disney sin quasi dagli albori fino ad anni più o meno recenti; chi ha visto diecimila volte tutti i capolavori di Walt Disney potrebbe essersene già accorto, anche inconsciamente... si tratta di un fenomeno comunissimo nelle produzioni della grande major, un espediente subdolo e quasi sorpredente.
In soldoni: vi è mai capitato di vedere un film Disney e pensare "caspita, ma questa scena l'ho già vista in un altro film!", una sorta di déjà-vu in salsa Topoliniana? Bene, è molto probabile che siate finiti al cospetto di un'animazione riciclata!

In cosa consiste questo fenomeno? Per capirlo bisogna tenere presente che l'animazione tradizionale è un processo molto più complicato di quanto non appaia: semplificando al massimo, si può dire che si deve dapprima disegnare l'animazione ("corpi" stilizzati, estremamente semplici, in una sequenza di disegni che sovrapposti creano l'illusione del movimento) e poi intercalarla (ossia disegnare sull'animazione il personaggio, le espressioni e i colori), per poi trasferire il tutto sullo sfondo pre-disegnato.
Ora, si può ben capire come questo processo sia estremamente dispendioso in termini di tempo e denaro: per pochi secondi di animazione potrebbero volerci molti giorni, molti disegni e molti soldi.
Per questo motivo, spesso e volentieri gli artisti Disney preferivano riprendere le bozze di animazioni già precedentemente utilizzate in altri lavori e ricalcarci sopra direttamente i personaggi di un nuovo film, allo scopo di ridurre drasticamente i tempi e quindi lo spreco di risorse.

Ufficialmente il primo film a utilizzare animazioni riciclate è Dumbo (1941), per il quale furono riciclate alcune animazioni del cortometraggio Il topo di Campagna e il Topo di Città (1936); si tratta comunque di pochi fotogrammi.
Le produzioni degli anni '40 e quelle dei '60, realizzate in tempi di crisi (per la Guerra le prime e per la morte di Walt le seconde) sono quelle più ricche di animazioni riciclate.

Il fenomeno del riutilizzo divenne via via più raro (ma senza mai scomparire) fino alle produzioni del 2000, quando l'utilizzo del computer snellì i processi produttivi; tuttavia, ne La Principessa e il Ranocchio c'è una chiarissima animazione riciclata... apposta, come omaggio a un altro Classico Disney. A voi scoprire quale :D


A questo link trovate una serie di esempi di animazioni riciclate Disney; nel video sotto ne trovate altri :)


[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=hjmaOj3_sKk[/youtube]




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Greywolf
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 7204
Iscritto il: 01 novembre 2006, 19:27

Re: Disney Story

Messaggio da Greywolf » 13 gennaio 2016, 15:50

Conoscevo bene questo video.
D'altro canto bisogna tenere conto di quali erano (e, per quello che ne so, sono ancora) le tecniche per realizzare un film a cartoni animati e di quanto lavoro ci fosse dietro: soggettisti, disegnatori, animatori ecc ecc. Solo per realizzare un secondo di animazione era necessario produrre circa 12 diversi fotogrammi, il che significa altrettanti disegni (in parte sovrapponibili e in parte diversi in modo da creare un'idea di movimento fluido), tutti a colori, e uno sfondo cui sovrapporli. Insomma un lavoro paragonabile a quello dei monaci amanuensi!
Sto disperatamente cercando un docufilm realizzato dagli studi di Bruno Bozzetto per spiegare al pubblico le fasi di lavoro per la realizzazione di un cartone animato, ma non ne trovo traccia, neppure sul suo canale "Youtube"... :cry:
► Mostra testo





Golden Reviewer (120 Golden Award)
| Allievo di Lara |



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 28 aprile 2016, 13:38

Ciao ragazzi, torno a scrivere in questo mio adorato topic dopo un bel po' di tempo :)

Ciò che mi porta a riprenderlo è la pubblicazione del primo numero di Tesori International, una nuova testata monografica della Disney dedicata ai collezionisti, che pubblicherà le storie più belle e importanti della storia del fumetto disneyano sulla falsariga di quello che anni fa facevano testate come Zio Paperone, I Maestri Disney e Tesori Disney.
Immagine
Come potete vedere dall'immagine, il primo numero ristampa nella sua completezza la Saga di Paperon De'Paperoni, un'imponente opera tramite la quale il grande cartoonist Don Rosa tirò i fili della storia dello Zio Paperone tracciate da Carl Barks nell'arco di quasi cinquant'anni di storia. Se non l'avete mai letta, è proprio il caso di farlo :)

La Saga è straordinaria anche perché si tratta di un'opera adulta, seria e che esula spesso da quelli che sono i famosi canoni Disney.... ma di che si tratta? Scopriamolo con un nuovo DISNEY TRIVIA!

Disney Trivia n° 4
Fuori dai Canoni


Nella quasi secolare epopea disneyana, i personaggi ricorrenti quali Topolino, Paperino e soci non sono rimasti fissi nei loro ruoli e nei loro schemi, ma hanno saputo evolversi adattandosi alle esigenze di generazioni diverse di spettatori/lettori. Nel corso del tempo, tuttavia, essi hanno dovuto comunque assumere una sorta di "codice etico", un insieme di regole non scritte oltre le quali proprio non si può andare.
I personaggi Disney si rivolgono infatti a un range ampissimo di età e di livelli culturali, pertanto devono essere necessariamente stereotipati al massimo grado.
Nella fattispecie, ecco quelli che in gergo vengono chiamati "canoni Disney", con relativa spiegazione:
- L'amore è un sentimento inevitabilmente casto; i personaggi si fidanzano, ma non condividono mai il letto e neppure la casa, non si sposano e non si scambiano effusioni "fisiche", che ovviamente non sfociano in atti sessuali. Ci possono essere "giochi di coppie" con un partner che lascia l'altro per indurlo a gelosia, ma le coppie sono fisse, more uxorio e infrangibili.
- Vecchiaia e morte non esistono: i personaggi vivono un'età indefinita, che oscilla tra l'intraprendenza della gioventù alla saggezza della vecchiaia, ma non mutano nell'aspetto fisico, non si ammalano, la loro salute non si danneggia e non muoiono.
- La violenza fisica e verbale contro gli altri e se stessi è bandita: i litigi sono semplici scaramucce, gli insulti semplici epiteti coloriti e a volte linguisticamente aulici. Anche i cattivi in realtà non peccano di crudeltà e non hanno mai come obiettivo la distruzione finale degli avversari buoni, ma solo il compimento dei propri interessi.

Tuttavia, nel corso degli anni, non sempre questi canoni sono stati rispettati: a volte ciò è successo agli albori della storia fumettistica Disney, quando ancora le linee editoriali non erano state fissate; altre volte essi sono stati deliberatamente ignorati da autori e disegnatori. Vediamo un po' quali sono state queste eccezioni.

Amore e sesso
Abbiamo toccato di sfuggita questo argomento in uno dei Disney Italian Trivia dedicato a una controversa storia d'amore tra Topolino e una Strega; vediamo però altre eccezioni.
Sul piano più squisitamente nuziale, è utile ricordare che nel 1996 Romano Scarpa volle dare al Commissario Basettoni una moglie , Petulia; Paperino e Paperina si sono invece "sposati" nel 1988, in una storia brasiliana pubblicata in Italia nello stesso anno ma mai più ristampata. Alla fine si trattava comunque di un sogno :)
Immagine
Dal punto di vista fisico, invece, una mezza eccezione è costituita dalla "Saga di Reginella", portata avanti da Rodolfo Cimino e Giorgio Cavazzano, nella quale si narra la tormentata storia d'amore tra Paperino e una sovrana aliena; non mancano gli "innuendo", come la vignetta in cui i due sembrano svegliarsi dopo una notte insieme.
Immagine
Un trattamento ancora più esplicito ce lo dà proprio Don Rosa in un episodio della Saga di Paperon De' Paperoni, "La prigioniera del pozzo dell'agonia bianca", dove si narra l'avventura romantica tra Paperone e Doretta Doremi', tra doppi sensi particolarmente allusivi e persino una sublimazione dell'atto sessuale in poche vignette.

Immagine
Immagine

Vecchiaia e morte
Nelle prime storie di Topolino disegnate da Floyd Gottfredson molti avversari di Topolino morivano a fine avventura, talvolta in maniera particolarmente violenta (colpi d'arma da fuoco, annegamento ecc.); questo carattere fu successivamente edulcorato.
La vecchiaia è invece il canone Disney più "duro a morire", se escludiamo il cambio dei vestiti e di tratteggio, che può essere interpretato come una crescita fisica; l'unico esempio eccellente è proprio la Saga di Don Rosa, dove non solo i personaggi invecchiano e crescono, ma addirittura alcuni, tra cui almeno due principali, muoiono. In spoiler potete vedere questa scena, poetica e commovente.

Violenza
Oltreoceano questo canone è stato pressocché sempre rispettato, se si escludono anche in questo caso le prime storie di Gottfreddson; è appena il caso di ricordare la seconda serie di strisce, intitolata "Topolino e il Bel Gagà", dove si vede un Mickey disperato per essere stato lasciato da Minnie provare in tutti i modi a farla finita, con metodi particolarmente violenti contro se stesso.
Immagine
Immagine

In territorio italico, invece, è il caso di ricordare il grande Guido Martina, uno dei primi redattori di Topolino giornale prima e libretto poi.
Martina è uno degli sceneggiatori più prolifici in terra nostrana: praticamente tutte le storie prodotte in Italia tra 1940 e 1960 sono sue.
Tuttavia Martina è ricordato anche per essere il più "crudele" caratterizzatore dei personaggi Disney, in particolare dei Paperi: non è raro vedere nelle storie martiniane uno zio Paperone pazzo e un Paperino da manicomio che se le danno di santa ragione, sia a parole che a suon di randelli, pietre e tentati strangolamenti.
E' appena il caso di ricordare, in mezzo a tanta barbarie, la terribile scena della decapitazione di un'oca da parte di Gambadilegno nella storia "El Kid Pampeador"!

Immagine

Oggi il turpiloquio e la violenza martiniane vengono più che altro censurate in sede di ristampa, con cambiamenti nel linguaggio e soppressione di intere tranches di vignette.

...ed eccoci giunti alla fine :) in realtà, come avete potuto vedere, questo DT ha abbracciato anche frammenti di Italian Story, ma ho preferito pubblicarlo qui.
Alla prossima :)




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Greywolf
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 7204
Iscritto il: 01 novembre 2006, 19:27

Re: Disney Story

Messaggio da Greywolf » 29 aprile 2016, 18:12

Interessantissimi e godibilissimi i tuoi post della "Disney Story"!!! :approved:
Anche io ho la lunga saga di Paperon de' Paperoni di Don Rosa e consiglio a tutti di acquistarla, anche perché fa chiarezza su tutti i legami di parentela tra Paperone, Nonna Papera, Paperino, Gastone e Qui, Quo, Qua.
► Mostra testo





Golden Reviewer (120 Golden Award)
| Allievo di Lara |



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 29 aprile 2016, 19:32

Ahahahah Grey :D
Comunque volevo puntualizzare alcune cose:

- E' vero che io stesso ho usato il termine more uxorio per definire le coppie Disney, ma è pur vero che tra loro manca uno dei fattori cardini della coniugalità: la convivenza.
Ciascuno dei membri della coppia ha una sua casa, arredata secondo il suo stile e la sua personalità, dove vive da solo; al massimo invita a cena il proprio partner, ma entro notte tutti a casa, onde evitare finanche di suggerire che i due possano passare la notte insieme.
Stesso discorso per quando vanno in vacanza insieme: in albergo, camere separate (spenderanno di più, ma contenti loro :D).
Il Commissario Basettoni fa un'eccezione poiché sposato con la petulante petulia, ma quando viene inquadrata la loro camera da letto essi dormono non in un letto matrimoniale, ma in due letti gemelli separati da comodino o armadio.... in realtà questa era prerogativa anche di coppie più rodate e adulte come Diabolik e Eva, ma se da qualche anno loro due hanno comprato un bel talamo, questo sarà impossibile per le coppie disneyane.

- Orazio e Clarabella, signore e signori, sono una coppia soltanto in Italia!! E' in effetti vero che nelle loro prime apparizioni essi dovevano essere partner, ma la loro coppia era molto meno stabile e sicuramente meno presente nei comics di quella formata da Minnie e Topolino. Con l'avvento di Pippo Orazio venne completamente soppiantato, e i due sparirono progressivamente dai comics, riducendosi a sporadiche comparse dove apparivano in singolo, lasciando intendere che si fossero lasciati (che momentaccio per il povero Orazio :D) o che addirittura non fossero mai stati insieme. Addirittura in alcune storie si dà per scontato che Clarabella sia la ragazza di Pippo... quindi, se già una coppia cavallo-mucca era improbabile, figuriamoci una mucca-cane :D
Stesso discorso per i cartoon, dove i due hanno continuato a essere presente anche nelle riproposizioni degli anni '90-2000, ma ancora mai in coppia.
In Italia invece si è preferito cristallizzare la loro coppia e continuarla a considerare tale. A loro però si applicano tutte le limitazioni della coppia Disney :D




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Greywolf
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 7204
Iscritto il: 01 novembre 2006, 19:27

Re: Disney Story

Messaggio da Greywolf » 30 aprile 2016, 00:05

► Mostra testo





Golden Reviewer (120 Golden Award)
| Allievo di Lara |



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 30 aprile 2016, 10:43

Greywolf ha scritto:
► Mostra testo
E io morto :D :D :D




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 30 aprile 2016, 11:28

Una piccola postilla al Disney Trivia di qualche giorno fa :)

La Saga di Paperon De' Paperoni (vi ho consigliato di leggerla? No? Allora lo faccio ora: LEGGETELA :D), per quanto complessa e con trama ellittica, non va considerata come autoconclusiva... in realtà si può dire che sia soltanto l'inizio di un'unica, immensa avventura che comprende il corpus di tutte le storie di Don Rosa e prima di lui di Carl Barks che hanno come protagonista Zio Paperone.
In pratica, secondo la cronologia messa su da Don Rosa, tutte queste avventure narrate nei fumetti sono in realtà già avvenute nel passato, in un arco di tempo compreso tra il 1867 e il 1967.
In seguito, sempre secondo questa cronologia, Zio Paperone sarebbe morto alla veneranda età di 100 anni.
La scelta del 1967 come data di dipartita dello Zione non è casuale: è infatti l'anno in cui Carl Barks lasciò la realizzazione di fumetti.
Una vignetta realizzata da Rosa molti anni dopo la conclusione della Saga (considerando che poi anche lui andò in pensione forzata per problemi alla mano) mostra Qui, Quo e Qua adulti piangere sulla tomba di Paperone, mentre un anziano Paperino dice a un'altrettanto vegliarda Paperina la seguente frase:

"Cosa, Paperina? Vuoi sapere cosa è successo a Zio Paperone? E' questo che hai chiesto? La sua ultima avventura è una storia che probabilmente non potrà mai essere raccontata... ma stai certa che è stata sensazionale!"

Immagine

Con questo espediente Don Rosa ha fatto sì che in realtà tutte le storie con lo Zione siano comunque plausibili (a patto che gli si conceda la licenza di usare tecnologie e elementi non riscontrabili prima del 1967 :D), tenendo in mente che alla fine della sua vita egli ha vissuto un'ultima sensazionale avventura... che probabilmente non sarà mai raccontata (e speriamolo :D).




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Blu
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 25034
Iscritto il: 10 gennaio 2003, 17:30



Tomb Raider 3 Gold

Re: Disney Story

Messaggio da Blu » 01 maggio 2016, 11:08

Caspita che perla :) .. ed è inutile dire che andrò a caccia del primo numero di Tesori International :oops: , grazie Max :D




Golden Reviewer (157 Golden Award)
| Predatore



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 19 settembre 2016, 13:55

Ieri si è tenuto il 25° Anniversario di uno dei più bei classici Disney, La Bella e la Bestia :) Del tutto a sorpresa Angela Lansbury, che all'epoca aveva prestato la sua voce a Mrs. Potts (Mrs. Brick in italiano), ha cantato la title track del film. A parte l'ammirazione per la sua tempra nonostante i 90 anni, devo ammettere che raramente mi sono emozionato tanto :)

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=lcKETQE5nhQ[/youtube]




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Avatar utente
Greywolf
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 7204
Iscritto il: 01 novembre 2006, 19:27

Re: Disney Story

Messaggio da Greywolf » 19 settembre 2016, 19:22

:love: :love: :love:
E non ricordiamocela solo per aver interpretato quella menagrama della Signora in Giallo!
► Mostra testo





Golden Reviewer (120 Golden Award)
| Allievo di Lara |



Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8479
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Re: Disney Story

Messaggio da Nillc » 19 settembre 2016, 20:12

Infatti vista la sua tempra ci seppellirà tutti :D




Golden Reviewer (206 Golden Award)



Rispondi