Pagina 12 di 13

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 28 maggio 2013, 15:22
da overhill
Lunedì porto il manoscritto al nuovo editore, ripetizioni o non ripetizioni! :D




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 30 maggio 2013, 14:14
da overhill
Mandato in stampa: domani è pronto... :)




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 11:50
da Blu
.. emozione :D .. da domani terrò le dita incrociate :approved:




Golden Reviewer (157 Golden Award)
| Predatore

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 16:58
da overhill
Grazie per l'appoggio :)




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 18:10
da bashira
overhill ha scritto:Mandato in stampa: domani è pronto... :)
Doh, ho fatto tardi, mi devi perdonare, sto leggendo pochissimo in questo periodo. Comunque giusto per segnalartela, la frase incriminata era questa:

"Polloni raggiunse via Piscina, stretta e lunga, che un paio di pattuglie avevano transennato; preferì parcheggiare subito prima della via, davanti all'entrata del parco.
Fatti pochi passi raggiunse la via, notando di sfuggita alcune persone nel supermercato che dall'angolo si incuneava per alcune decine di metri nella via, che osservavano incuriositi l'assembramento di Polizia"

Le altre cose che mi stavo appuntando durante la lettura passano inosservate e solo per lo più frutto di pignoleria, ma questa serie di ripetizioni in effetti salta piuttosto all'occhio. ( almeno al mio :asd: )




Golden Reviewer (100 Golden Award)
| Avventuriero

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 18:10
da bashira
Ah, dimenticavo,in bocca al lupo :approved:




Golden Reviewer (100 Golden Award)
| Avventuriero

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 18:38
da Nillc
Wow Over, in bocca al lupo :)




Golden Reviewer (208 Golden Award)

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 18:58
da overhill
Grazie a tutti :)

Bash, durante le varie riletture, dopo averti mandato la versione che hai letto/stai leggendo, adesso è diventata così:
Polloni raggiunse a piedi via Piscina, stretta e lunga, che un paio di pattuglie avevano transennato; aveva preferito parcheggiare subito prima dell'imbocco della strada, quasi davanti all'entrata del parco. Fatti pochi passi raggiunse la via, notando di sfuggita alcune persone nel supermercato che dall'angolo si incuneava per alcune decine di metri nella via, che osservavano incuriositi l'assembramento di Polizia.
Una ripetizione è rimasta verso la fine del periodo.
Sicuramente prima della stesura definitiva la pulirò ancora :)




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 02 giugno 2013, 22:40
da bashira
overhill ha scritto:
Una ripetizione è rimasta verso la fine del periodo.
Sicuramente prima della stesura definitiva la pulirò ancora :)
Tieni anche presente quel " polizia" che crea una assonanza molto forte, è praticamente una rima. :approved:

PS. già che ci sono una nota
► Mostra testo





Golden Reviewer (100 Golden Award)
| Avventuriero

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 03 giugno 2013, 12:34
da overhill
Uhm, giusto appunto, Bash.

Diciamo che possiamo pensare che sia effettivamente laureato (magari con la triennale, tanto non è indicato il periodo in cui avviene la vicenda), ma che per quella storia della "punizione" del pedofilo, è stato punito.
Non dicendo nulla non devo giustificarmi! :D

Hai ragione "polizia" e "via" fanno dannatamente rima!

Comunque stamattina sono stato alla casa editrice, e ho consegnato il manoscritto.
Ho avvertito Enzo, il titolare, che ci sono alcuni errorini e qualche cosa da mettere a posto, ma che mi interessava di più essere sicuro che fossero interessati al "prodotto", per cui ho smesso di correggere e gliel'ho portato.
Altrimenti sarei rimasti ANNI a covarlo! :D

Ho anche dato la colpa a te, Bash, ovviamente, che sei lenta a correggere :asd:
(Non è vero, dài! :D )




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 03 giugno 2013, 16:39
da bashira
overhill ha scritto:
Ho anche dato la colpa a te, Bash, ovviamente, che sei lenta a correggere :asd:
(Non è vero, dài! :D )
Ma io sarei ben contenta di portare la colpa di un best-seller :D




Golden Reviewer (100 Golden Award)
| Avventuriero

Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 08 ottobre 2013, 18:55
da overhill
A quanto pare ci sono buone nuove: il nuovo editore mi ha comunicato che il 6 dicembre, alla libreria Belgravia di Torino, ci sarà una presentazione in cui sono invitato a partecipare (come scrittore, non come pubblico! :D )

Sono parecchio curioso... :)




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 18 gennaio 2014, 12:09
da overhill
Uhm, l'editore ha terminato la lettura, e a quanto pare il mio lavoro non incontra i suoi progetti futuri.

Niente di grave, ovviamente.
Però mi ha mandato l'opinione di una delle lettrici (uhm, mi sa che non ce ne sono state molte altre), che ha scritto questo:
In effetti, in una storia così ben congegnata, mi ha colpito sfavorevolmente una certa superficialità nel descrivere compiutamente l’ “auto rapimento” di Anna. Non sta molto in piedi il fatto che Lorenzo, su una sedia a rotelle e bisognoso di aiuto già solo per scendere dalla macchina, abbia potuto agire da solo nell’esecuzione del rapimento. - INOLTRE: “è troppo surreale il fatto che rendendosi conto che qualcosa era andato storto, L. si sia suicidato - piuttosto che tradire l’amica - per salvarle la vita”.
La mia risposta, su questo commento è stata questa:
vorrei contestare il giudizio della lettrice: non è affatto vero che Francesco (non Lorenzo, Francesco: spero si sia confusa solo sul nome ) ha bisogno di aiuto per scendere dalla macchina e non l'ho mai detto. Inoltre non ha agito "da solo", ma si è limitato ad aiutare l'amica portandola con la macchina nel posto dove avrebbero dovuto trovarla, e andandosene subito dopo. Sul fatto che sia surreale il suicidio, posso essere d'accordo, anche considerando che in una prima stesura Anna moriva (e quindi aveva senso il suicidio), mentre nell'ultima stesura ho deciso di lasciarla vivere. In ogni caso, il suicidio di Francesco avviene dopo che la ragazza è stata trovata in fin di vita, per cui non l'avrebbe comunque tradita dicendo la verità: anzi, il suo tormento interiore nasce proprio dal fatto di avere lasciato l'amica a morire (quasi) senza avere il coraggio di tradirla. Ovviamente qui si tratta di un'opinione, e chiaramente è importante quello che la lettrice ha "colto" nel mio lavoro.
e
Piccola aggiunta: a Claudio, l'amico di Francesco (non Lorenzo), a un certo punto del romanzo faccio dire che il suo amico è "fortunato perché può parcheggiare davanti alla facoltà". Quindi Francesco è autonomo per quanto riguarda l'automobile. Il fatto che un portatore di handicap sia autonomo non vuole dire che non sia contento di avere un aiuto, se qualche amico è nei dintorni
Sinceramente mi da l'impressione che la "lettrice" il mio romanzo non l'abbia letto molto attentamente... ;)




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 18 gennaio 2014, 12:10
da overhill
Comunque adesso ho la scusa di metterlo su Amazon ;)




Re: [Romanzo] Il vangelo di Anna

Inviato: 18 gennaio 2014, 17:10
da Blu
overhill ha scritto:Sul fatto che sia surreale il suicidio, posso essere d'accordo, anche considerando che in una prima stesura Anna moriva (e quindi aveva senso il suicidio), mentre nell'ultima stesura ho deciso di lasciarla vivere..
Anna viva :shock: ? .. o mi son distratta negli anni :oops: , o non ho letto l'ultima versione XD .. mettila su Amazooon :D




Golden Reviewer (157 Golden Award)
| Predatore