Lara Croft Tomb Raider: the Golden Legacy

La seconda avventura di Lara Croft

Condividete le vostre creazioni: disegni, fumetti, racconti, 3D, foto, musica o altro ispirati a TR e non / Show here your creations: art, paintings, comics, literature, 3D, photo, music or other inspired or not to TR
Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 24 luglio 2007, 18:15

Lisbona
(prima parte)

I quattro giovani erano stanchi ma determinati.
Dopo la fuga dall’Escorial, si erano recati rapidamente ad un piccolo aeroporto dove Lara aveva fatto arrivare il suo aereo personale, buttando giù dal letto un assonnatissimo Hillary.
Jamie ed Elaine erano seduti su comode poltrone e cercavano di riposarsi un poco.
Felipe stava guardando fuori dal finestrino. Poi rivolse la sua attenzione alla donna che pareva ancora sconvolta.
“Elaine, come stai?” chiese. L’americana, che si stava tenendo la fronte con la mano destra, alzò lo sguardo sullo spagnolo, mostrando due occhi rossi di pianto “Meglio, Felipe, grazie. Non devo solo pensare al professore…” alla parola ‘professore’ il mento della donna iniziò a tremare.
Felipe fu lesto a recuperare la forza che se ne stava andando “Su, su, non pensarci. Ha vissuto molti anni e ha fatto molte cose meravigliose, faceva un lavoro che adorava…insomma ha avuto una bella vita. Cerca di pensare positivo adesso, va bene?”
Elaine tirò su col naso e il gentiluomo che si nascondeva in Felipe tornò fuori come faceva ogni tanto. Estrasse un candido fazzoletto e lo porse alla donna, che lo prese con un debole sorriso e lo usò per asciugarsi gli occhi.
Intanto Jamie stava borbottando “Già, il professore. Accidenti! Ma dove ci starà mandando con i suoi indizi e la sua poesiola? Sicuramente da nessuna parte!”
Felipe si rivolse all’uomo “Calmati Jamie adesso. Lara sa quello che fa”
“Ah, Lady Croft! La famosa Tomb Raider!” sbottò l’inglese “Ma ancora ci credi? Ma non ti rendi conto che non ha idea di cosa fare?”
“Non ti permetto di insultare Lara, brutto…” l’insulto, come il pugno che Felipe aveva alzato, rimasero senza seguito, perché Lara in quel momento uscì da una toilette, con gli abiti da lavoro: maglietta aderente, pantaloncini corti addobbati da due fondine occupate da due pistole, alcuni oggetti alla cintura, e calzini che facevano occhiolino del bordo degli alti anfibi, all’apparenza piuttosto comodi. Alla cintura aveva alcuni oggetti, e sulle spalle un piccolo ma capiente zainetto.
“Signori” stava dicendo “per cortesia. Non sul mio aereo.”
Jamie stava recuperando l’aplomb “Scusami Lara, ma sono piuttosto nervoso. Ammetterai che non sappiamo dove stiamo andando ne’ cosa stiamo cercando.”
Lara appoggiò le mani su un tavolino posto al centro della carlinga e disse “Non posso certo nascondere che non ho idea, per ora, di cosa stiamo cercando, nel senso che dovremo probabilmente trovare un altro indizio. Ma quello che mi sfugge è cosa sia il nostro obiettivo finale, l’’eredità dorata’…Felipe, tu hai un’idea di cosa possa essere?”
Lo spagnolo ci pensò un istante poi disse “No, mi spiace, ma il professore non ne parlava mai. E quando si nominava accennava al Codice e a quello che c’è scritto. Non possiamo darci uno sguardo?” disse speranzoso.
Lara si rifiutò “No. E’ un oggetto pericoloso, malefico. Dobbiamo fare molta attenzione.”
“Ma cosa andiamo a fare a Lisbona, allora?” chiese un esasperato Jamie.
“Perché quello che abbiamo trovato scritto nel Codice è relativamente chiaro. Felipe, hai la traduzione?”
L’uomo si frugò rapidamente nelle tasche ed estrasse un foglietto spiegazzato. Lo consultò poi recitò con voce ferma:

“Dal primo, ove la luce della sapienza illumina menti e vie,
Il tuo viaggio ti porti ai due rami che non diedero frutto;
Uniscili per trovare il quarto e il suo Quarto nascosto
E prima che la luce ti riempia di tenebra
L'Eredità Dorata sarà tua!”

“Vedi Jamie?” disse Lara “dice di unirli. Di cosa si tratti non ne ho idea, ma sono certa che si tratti di due oggetti che vanno collegati, incastrati, combinati in qualche modo, per ottenere…beh, non ho idea di cosa!”
Jamie spalancò le braccia e le lasciò ricadere, in un gesto disperato “Ah! Andiamo bene! Ma scusa, e tutto il resto? Cos’è il quarto? e il quarto nascosto? E la luce che riempie di tenebra?”
Lara lo squadrò, poi gli disse, in tono vagamente canzonatorio “Non ti preoccupare. Io sono brava ad improvvisare”
Poi si voltò verso Elaine “Tu conosci bene il Belèm?”
“Scherzi?” si inorgoglì la donna “Il professore mi ci portava spesso. Lo conosco benissimo, stanza per stanza” nella foga del discorso, Elaine non si era accorta di avere nominato il professore, segno che la guarigione stava arrivando, lentamente ma stava arrivando.
“Anzi” continuò “credo anche di sapere dove dobbiamo andare. Il professore” e due “mi portava spesso in una stanza che si chiama ‘el Salon de l’Espejo’ che ovviamente vuole dire ‘salone dello specchio’, dicendomi che quell’oggetto aveva un significato molto particolare. Non mi ha mai detto perché e quale fosse il suo scopo, però ora credo proprio sia il nostro obiettivo.”
Lara guardò con una vaga tenerezza l’amica “Bene, Elaine. Sapevo che saresti stata preziosa.”
Elaine abbassò lo sguardo e sorrise arrossendo.





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 25 luglio 2007, 14:25

Lisbona
(Seconda parte)

“Accidenti! Ma come hai fatto?” stava chiedendo Jamie ad una orgogliosa Elaine “Non solo sei riuscita a farci entrare al di fuori dell’orario di apertura, ma siamo riusciti anche ad entrare con…quelle!” Jamie indicò le due pistole che adornavano Lara e le due spade da torero che Felipe aveva deciso di portare con sé.
Elaine sorrise e rispose, con modestia “Qualche risorsa l’avrò pure io, no? E poi l’avere sposato uno spagnolo ha numerosi vantaggi, non ultimo quello di avere una certa quantità di parenti…” concluse guardando negli occhi Jamie. Il quale la guardò preoccupato ma non commentò.
Lara, che stava seguendo la conversazione, guardò a sua volta Jamie, poi inclinò la testa e fece spallucce.
Intanto Elaine si era messa a dispensare conoscenze a destra e a manca “Notate le lesene! Le incredibili policromie dei marmi! E’ un palazzo estremamente particolare. Pensate, un monumento gotico nel Portogallo del ‘500. Sicuramente avrete notato entrando come le guglie…”
Jamie si spazientì “Elaine, ti prego! Non siamo qui per fare una visita turistica. Io, in particolare non dovrei essere qui.”
Lara sorrise alla donna “Elaine, portaci allo specchio.”
L’archeologa condusse i compagni per alcuni corridoi, fecero numerose svolte, poi sbucarono in una grande stanza, meravigliosamente decorata, con stucchi e affreschi.
Sulla parete di fondo un enorme specchio incorniciato in oro.
Felipe rabbrividì di eccitazione “Meraviglioso! Sembra di stare all’Escorial…!”
“Già” disse Lara “aria di casa…”
Poi guardò lo specchio e mormorò “questo posto mi dà i brividi…” sorrise “buon segno.”
Si avvicinò allo specchio. Era enorme, cosa curiosa per un oggetto del XVI secolo, periodo in cui gli specchi erano considerati quasi come oggetti magici. La fattura era praticamente perfetta, la superficie liscia e pochissimo ondulata, un risultato che sarebbe stato difficile da raggiungere con strumenti moderni, figuriamoci con le tecniche di quattro secoli fa!
Lara avvicinò lo sguardo allo specchio, osservando i propri occhi.
Per un infinitesimo istante un bagliore percorse gli occhi del riflesso.
Lara si ritrasse istintivamente. C’è qualcosa di strano… pensò la donna
Gli altri stavano osservando lo specchio con attenzione.
Elaine richiamò l’attenzione di Lara “Secondo te questo può esserti utile?” disse indicando un piccolo cartiglio dorato situato alla base dello specchio.
Felipe lesse e tradusse

“’Il cuore di colui che ha ricevuto in dono
La luce sacra dell'Eredità Dorata
Non abbia paura di confrontarsi col suo riflesso
e attraverso esso
scoprire il suo mondo’”


“Però, bello. Il nostro amico è un poeta” ironizzò Jamie.
Elaine sbuffò “Accidenti, Jamie. Non sei mai serio!”
Prima che l’inglese potesse replicare, Lara si girò di scatto “Ci sono!”
Felipe la guardò ammirato “Come? Di già? Hai capito cosa vuole dire?”
“Certo” rispose affannosamente Lara “La luce sacra! Ricordi quando ho letto il Libro? Una luce mi ha percorso! Io posso superare lo specchio, vedi?: ‘attraverso esso’.
Devo passare, attraversare lo specchio”.
Jamie rise “Ehi, Alice non ti pare di esagerare? Non sei un ...fantasma!”
Lara rimase seria e anche Jamie, una volta visto che il suo ostentato buon umore non aveva presa, smise di sghignazzare. Lara si voltò verso lo specchio, allungò una mano per toccarlo, e…le dita superarono la superficie.
Lara ritirò immediatamente la mano.
Felipe, sbalordito, allungò a sua volta la mano, ma questa si posò sul freddo e duro specchio.
“Tocca a me” disse Lara. Alzò le mani come per toccare lo specchio e nuovamente queste non trovarono alcun ostacolo.
“Buona fortuna, ragazzi. Se non mi vedete tra un paio di ore…beh, meglio che non succeda. A più tardi.”
E attraversò lo specchio.





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
[Reinvent Yourself]
Moderator
Moderator
Messaggi: 9328
Iscritto il: 12 maggio 2007, 18:37



Tomb Raider 4

Messaggio da [Reinvent Yourself] » 25 luglio 2007, 19:35

Oh mio Dio...ma io questo romanzo l'ho già letto O_O




Bronze Reviewer (21 Bronze Award)



Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 25 luglio 2007, 19:51

Ma dai! E dove? :)





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
[Reinvent Yourself]
Moderator
Moderator
Messaggi: 9328
Iscritto il: 12 maggio 2007, 18:37



Tomb Raider 4

Messaggio da [Reinvent Yourself] » 25 luglio 2007, 20:59

Non so, ma ora che ci penso i vostri nick da qualche parte già li avevo letti...e questa parte dello specchio mi è estremamente familiare...ricordo una bella avventura al suo interno...vediamo se confermi:
► Mostra testo
Magari è solo un deja-vu, mi sbaglierò ^^'




Bronze Reviewer (21 Bronze Award)



Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 25 luglio 2007, 21:00

E' come dici tu: probabilmente lo avrai visto sull'altro forum... ;)
E' stato pubblicato anche lì :)





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
[Reinvent Yourself]
Moderator
Moderator
Messaggi: 9328
Iscritto il: 12 maggio 2007, 18:37



Tomb Raider 4

Messaggio da [Reinvent Yourself] » 25 luglio 2007, 21:31




Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 26 luglio 2007, 09:44

Lisbona
(Terza parte)

Il gruppo rimase sbigottito ad osservare lo specchio che rifletteva solo loro tre, mentre Lara era completamente scomparsa.
“Lara!” provò a chiamare Felipe, ma nessun suono si udì da dietro lo specchio.
“Non ci rimane che aspettare” disse Jamie, in tono decisamente preoccupato. I tre decisero che i divani subito fuori la stanza sarebbero stati un buon posto per recuperare un po’ di energie dopo la notte in bianco.

Nel frattempo Lara si trovava dall’altra parte dello specchio.
Davanti a lei una scalinata conduceva verso il basso. Dietro di lei lo specchio. Anche il lato nascosto era riflettente, e la donna si girò per vedere il suo riflesso. Fece un piccolo sorriso, poi si girò e si incamminò lungo la scalinata.
Lei.
Il suo riflesso invece rimase fermo per qualche secondo con il sorriso che si era elargita Lara. Poi rise.
Una risata profonda e acuta insieme, da demone.

Il riflesso di Lara si trovava nel limbo tra i due lati dello specchio, e con questo ebbe un breve, ma significativo dialogo.
“Bentornata, Nevan” disse lo specchio, con una voce profonda da basso raffreddato.
“Pessimo giorno a te, Specchio. Da diverso tempo non mi incarnavo. Fa piacere vedere che le vecchie, care, millenarie tradizioni continuano a mietere vittime.”
La voce di Nevan, il demone, era condizionata dal corpo di Lara, quindi ne aveva tonalità e suono, ma non inflessione. Questa era molto più sensuale ed erotica. E cattiva.
“Finalmente! Ero stufa di tutti quei vecchi barbogi, professori di archeologia.”
Si guardò il corpo e si accarezzò la vita, al di sotto dei seni.
“Questo mette in risalto la mia femminilità”
“Femmine! Bah! Nevan, ricordi il tuo compito, vero?” l’apostrofò lo specchio.
“Quanto sei noioso, certo che me ne ricordo: proteggere l’Eredità Dorata, ti sembro un demone di quinta classe? Quanti sono questa volta?”
“Tre. Più la proprietaria del corpo. Si chiama Lara. Gli altri sono Elaine, Jamie e Felipe.”
“Bah! L’ultima volta erano una cinquantina, se ricordo bene – e io ricordo sempre bene –eppure non se ne sono quasi neanche accorti. A parte quando morivano, ovviamente” Nevan rise divertita.
“Magari questa volta mi ci diverto un pochino, prima di eliminarli”
“Nevan, alle volte sei veramente irriverente.” Rispose piccato lo specchio.
“Lara. Bel nome, mi si addice” fece un passo come di danza, poi si appoggiò alla superficie interna dello specchio e si ritrovò nel Salone dello Specchio, vuoto.
“Nevan…” la richiamò lo specchio.
“Dimmi, specchio delle mie brame” celiò il demone.
“Stai attenta. Sono parecchio in gamba e potresti fallire.” Nevan si fermò, si girò e diede uno sguardo di fuoco allo specchio. Poi fece un risolino e rispose “Fallire? Io che non ho mai fallito in morte mia? Troppi anni sono passati per te. Sai, dovresti riflettere prima di parlare.” Lo guardò ancora per un attimo, poi scoppiò in una risata.
Ancheggiando si diresse verso l’uscita.

Lara intanto aveva terminato di scendere le scale e si trovava all’inizio di un lungo corridoio, piuttosto largo, buio, interrotto di quando in quando da nicchie della dimensione di un uomo. Probabilmente ci tenevano delle armature pensò Lara.
Con una flare chimica in mano la donna avanzava cercando indizi su cosa fare e su dove fosse la tomba della prima moglie di Filippo II.. Aveva percorso alcune centinaia di metri
(broom)
quando le parve di avvertire un rombo. Il pavimento vibrò leggermente.
(BROOM)
Questa volta il brontolio era decisamente più forte. Lara si guardò intorno preoccupata e con la mano libera tocco una delle pistole, la cui superficie fredda la rassicurò.
Per poco, purtroppo.
Dal lato dal quale proveniva, si incominciò ad intravedere un bagliore rossastro, che sembrava danzare. Insieme a questo la vibrazione nel pavimento si fece più decisa.
BROOM!
Improvvisamente dal fondo del corridoio apparve una fiamma rossastra, dall’aspetto decisamente poco rassicurante, che incominciò a divorare il corridoio che Lara aveva appena percorso.
“Oh, merda!” disse Lara un istante prima di mettersi a correre a perdifiato.
BROOM!
Il tuono era diventato assordante. Lara cercando scampo si infilò in una delle nicchie, ma si rese conto che la fiamma che la stava per raggiungere non avrebbe certo fatto differenza tra chi fosse stato sulla sua strada e chi si fosse trovato a pochi metri.
Appena entrata nella nicchia, Lara vide che sul mattone posto proprio all’altezza dei suoi occhi c’era un’iscrizione.
Iniziò a leggerla: “Nello specchio ciò che distrugge…”.
Puff, la luce si spense.
“Maledizione, maledizione, maledizione!” imprecò la donna, estraendo dalla tasca posteriore dei calzoncini un altro flare e accendendolo. Il caldo si stava facendo insopportabile.
Alla tenue luce verdastra terminò di leggere: “…che distrugge crea – ciò che uccide apre le porte”.
Rimase per un istante sbalordita, poi si rese conto di avere la soluzione a portata di mano.
“Sta a vedere che…” disse ad alta voce. Poi uscì risolutamente dalla nicchia e iniziò nuovamente a correre.
Verso il fuoco.





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8637
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Messaggio da Nillc » 26 luglio 2007, 09:59

Bellissimo, neh? ;)

Faccio una capatina per salutarvi tutti!




Golden Reviewer (222 Golden Award) | Bronze Award 19 |



Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 26 luglio 2007, 10:29

Bello! Sei rientrato a casina? :)





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
Blu
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 25481
Iscritto il: 10 gennaio 2003, 17:30




Tomb Raider 4
Tomb Raider 3 Gold

Messaggio da Blu » 26 luglio 2007, 10:38

Nillc ha scritto:Bellissimo, neh? ;)

Faccio una capatina per salutarvi tutti!
Più che bellissimo :) (ciao Nillc :D ), direi appassionante, coinvolgente, per molti dettagli sorprendente :) : sono al recupero, ho letto tutto d'un fiato le ultime cinque puntate, e devo dire che la storia, nonostante ci stiamo addentrando poco poco per volta al suo interno, è ancora molto misteriosa, a mala pena abbiamo imparato a conoscere i personaggi e di quasi tutti sappiamo ancora molto poco per "fidarci" completamente :P , ma sono l'unico aggancio che abbiamo col professore e per le loro capacità, molto stimate anche dal professore stesso, possono tornare utili anche a Lara e all'avventura :) (sono d'accordo con lo specchio, questa volta non sarà così facile eliminarli: sono, per quanto alcuni fragili ed alcuni focosi :) , tutti estremamente abili ed in gamba :approved: )


L'obiettivo del livello (se fosse un livello custom :) ) è ancora poco chiaro, sembra una di quelle avventure che si risolvono vivendole passo dopo passo, scoprendo poco per volta il mega disegno di cui forse solo il professore era a conoscenza.. però pur sembrando un po' "manovrati" dal libro e dal destino è bello vedere come si avvicinano poco poco alla verità :) , come procedono passo passo enigma su enigma collaborando ognuno con le proprie capacità/abilità: questa volta non è solo Lara a dirigere, ma lei è quasi lo strumento per arrivare alla verità, mentre tutti gli altri sono di indispensabile aiuto nella risoluzione degli enigmi, nel seguire i vari indizi: resta da capire quanto sia un caso e quanto invece il gruppo sia stato messo assieme appositamente dal professore, che ha istruito (senza farsene avvedere) ognuno di loro per una parte della missione, Elaine per il Belèm di Lisbona, Jamie per la cappella sconsacrata vicino a Firenze, Felipe per la sua conoscenza della lingua ed altro..


E che dire di Nevan :) ? E' (ovviamente :D ) bellissima e pericolosamente attraente: il fascino che emana il male ogni qual volta si incarna in esseri già di partenza molto sensuali li fa sempre diventare protagonisti irresistibili e estremamente letali :) .. anche se però si fa un po' fatica ad individuare bene il suo "carattere": da un lato sembra (dai dialoghi con lo specchio, molto strega di Biancaneve :D ) molto perfida e spietata, dall'altro sembra che il suo esserlo dipenda da una "nobile" missione, proteggere l’Eredità Dorata, qualsiasi cosa questo voglia significare visto che ancora ne sappiamo così poco [:^] , ma è dolorosamente giusto così :D : mette addosso la giusta curiosità per il continuo della storia ed un po' di ansia nel non saper mai cosa aspettarsi :D .. attendo gli sviluppi :approved:




Golden Reviewer (157 Golden Award)
| Predatore



Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 26 luglio 2007, 10:50

Blu, quanto mi mancavano i tuoi commenti! :)
(e anche quelli di Bashira, ovviamente)





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8637
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Messaggio da Nillc » 26 luglio 2007, 11:50

Sì sì, GL ha una storia molto più solida di COTIM in effetti, anche se il paragone è un po' azzardato visto che comunque sono due storie diverse :) non so quale preferire a dire il vero!




Golden Reviewer (222 Golden Award) | Bronze Award 19 |



Avatar utente
overhill
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 6101
Iscritto il: 29 giugno 2007, 20:56

Messaggio da overhill » 26 luglio 2007, 12:02

Per la realizzazione di GL abbiamo lavorato in parallelo io e Max per diverso tempo :)
Nel senso che lui aveva l'idea di massima e alcuni punti fondamentali, e li discuteva con me in alcune chattate che penso siano passate alla storia :D
In effetti dire dovrei scrivere che l'autore è Larson Crother, lo pseudonimo che, diverso tempo fa, avevamo deciso di utilizzare insieme :)
(vediamo chi indovina da cosa deriva... :D )





Ciao a tutti

Mario Overhill

Da soli si va più veloce. Insieme si va più lontano.
[Proverbio Africano]

Avatar utente
Nillc
Master TR Player
Master TR Player
Messaggi: 8637
Iscritto il: 10 ottobre 2006, 17:31


Messaggio da Nillc » 26 luglio 2007, 12:04

Precisando che io firmavo LARSON Crother e lui Larson CROTHER :huahua:




Golden Reviewer (222 Golden Award) | Bronze Award 19 |



Rispondi