Official Fan Site
Cambio Skin



Seguici
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Seguici su Instagram
Gruppo Aspidetr.com su Steam
Ricerca




Statistiche
Livelli: 2535
Outfits: 130
Level Designers: 447
Tools: 102
Textures: 158
Manuali TRLE: 13
Patches: 44
Altri Download: 13
TR Official: 44

Download Totali: 732069
Avviso
Se volete inserire materiale, contattate gli Amministratori.
WWW.ASPIDETR.COM - Tutto per il TRLE
847 ~  Himalayan Mysteries - Full Version by Titak
soluzione by Nillc
download (210) Download 
A distanza di otto anni dal suo debutto, è bellissimo vedere come il TRLE ci riservi ancora delle splendide sorprese. Himalayan Mysteries è senz'altro una di queste: una splendida serie di livelli mai troppo difficili ma nemmeno riposanti, ricchi di novità e di percorsi che finora mai avevamo visto in un livello custom! Se vi siete persi nei meandri segreti delle montagne dell'Himalaya, in questa soluzione troverete il modo per uscire da tutti i vostri problemi. Mi sono anche permesso di tradurre i nomi dei livelli, i testi in inglese all'interno del gioco e i dialoghi dei filmati: li troverete trascritti in ROSSO. Pronti? Via che si va!


INDICE LIVELLI

LIVELLO 1: CRASHED! (Lo Schianto)



Nella splendida cutscene avete visto la situazione: la nostra giovane Lara, ancora agli albori della sua carriera, è rimasta vittima di un terribile incidente aereo.
    Pilota: Mayday, mayday!
    Lara: Cosa sta succedendo?
    Pilota: Non ne ho ideaaaaAAAAAH!
    (...)
    Lara: Dove.. mi trovo?
La nostra eroina è l'unica sopravvissuta. Si trova sulle sperdute vette dell'Himalaya, e prima di trovare la sua salvezza, dovrà compiere la sua avventura più grande e insidiosa...

L'aereo


Vi trovare nella zona passeggeri dell'aereo schiantato. Per prima cosa, recatevi nella cabina di pilotaggio e raccogliete da terra la Chiave del Pilota. Non appena l'avrete fatto, dei cavi elettrici cadranno dal soffitto, rendendovi l'uscita dalla cabina molto meno semplice. Posizionatevi quanto più a destra possibile e sincronizzatevi con i cavi, in modo da saltare nel momento in cui questi siano spostati totalmente a sinistra (una buona strategia è quella di saltare lateralmente). Quando sarete usciti dalla cabina, cosa che probabilmente vi costerà qualche tentativo, attraversate la zona passeggeri e andate nel retro dell'aereo, verso destra. Qui c'è una toilette che potrete aprire per recuperare una Bottiglia di Acqua. La toilette di sinistra contiene invece un medipack, che vi consiglio di raccogliere e conservare per tempi molto più duri.
Adesso andate proprio fino in fondo all'aereo, dove troverete la serratura in cui va usata la chiave che avete trovato poco fa. Usatela e dalla stanza che aprirete potrete scendere grazie ad una botola nella zona più bassa dell'aereo. Qui potrete vedere un piccolo libro che giace per terra: è il diario di Lara. Raccoglietelo e leggete cosa dice:
    "I consigli di Von Croy per un equipaggiamento di sopravvivenza:
    -Stivali resistenti
    -Vestiti comodi
    -Una bussola
    -Qualsiasi tipo di arma
    -Cibo e acqua

    Quand'ero in Cina, ho trovato un misterioso artefatto chiamato Pietra Cai'xia, che significa letteralmente “La bella pietra di luce e nebbia”. Non capisco di che materiale essa sia fatta."

La Vallata


Come avrete di certo capito leggendo le annotazioni di Lara, ciò che la nostra bella ha con sé adesso non basta per affrontare l'avventura che abbiamo davanti, e dovremo ricercare il suo equipaggiamento tra i rottami e le valige che, dopo l'impatto dell'aereo contro la montagna, sono andate perdute. Diamoci subito da fare quindi: usciamo dall'aereo nella grande vallata Himalayana! Una volta fuori dal relitto, dirigetevi a sinistra, dove vedete una parete rocciosa. Guardatela bene, c'è un'apertura nella roccia: fate un salto ben calibrato verso quel punto, quindi entrate nell'apertura e seguite il cunicolo fino ad un prezioso Medipack.
Una volta raccoltolo, tornate alla vallata e portatevi nel mezzo. Cercate una cassa spostabile, sotto la quale giace il primo pezzo del nostro equipaggio, le indispensabili Pistole.
Adesso camminate fino al lato sinistro del ciglio della gola: sotto di voi vedrete una piattaforma ghiacciata sulla quale c'è un altro pezzo dell'equipaggiamento. Scivolate con prudenza in quella direzione e raccogliete gli Stivali.
Tornate alla vallata con due saltelli ben calibrati e, guardando l'aereo, dirigetevi verso sinistra dove vedete un'ampia apertura nelle rocce. Entrateci e noterete una roccia che si può spostare per rivelare un passaggio sulla destra; seguite anche questo passaggio fino ad una seconda roccia. Tiratela una volta indietro, quindi andate nel passaggio che vedete a destra per impossessarvi di una Scatoletta di Cibo (che sostituisce il medipack piccolo, quindi fatene tesoro!).
Adesso andate nell'apertura a sinistra della roccia, che dà su un pozzetto. Sull'altra sponda vedete una zona che per il momento non potete raggiungere, ma che risulterà decisiva tra poco, quindi memorizzatela; ora calatevi nel pozzo e sparate alla calotta di ghiaccio che vedete nell'angolo della sponda da cui vi siete calati. Accovacciatevi e seguite il tunnel fino ad un canyon. Salvate, quindi prendete la rincorsa e aggrappatevi al pilastro che vedete di fronte a voi. Da qui dovrete fare una serie di salti ben calibrati che vi porteranno al Segreto N°1, l'Osso di Yeti. Dall'ultimo pilastro potrete tornare al pozzo.


Giù nella gola


Adesso tornate alla zona con il relitto e andate sul ciglio della gola, stavolta dal lato destro: se sarete nella giusta direzione, vi troverete davanti alla coda ormai inservibile del povero aereo. Sotto di voi vedrete una piattaforma: lasciatevi cadere, quindi fate un salto all'indietro per aggrapparvi alla scala ghiacciata dietro di voi. Tramite essa raggiungerete una nuova piattaforma. Da qui giratevi verso destra e saltate all'indietro in modo da appendervi alla fenditura; spostatevi un pochino verso sinistra e lasciatevi cadere, in modo da scivolare agevolmente lungo i due scivoli e arrivare sul fondo della gola.

Nel punto in cui dovreste trovarvi adesso c'è una grossa macchia di gasolio che viene da un barile rotto che potete vedere pochi passi dietro di voi. La macchia si trova accanto ad un laghetto ghiacciato sul quale sta bruciando quello che sembra un fuoco da campo. Non muovetevi dal punto in cui siete arrivati: giratevi in modo da avere di fronte a voi il fuoco e dirigetevi verso la scala che vedete sulla sinistra. Da qui raggiungete il blocco su cui pendono minacciosi alcuni spuntoni di ghiaccio; saliteci. Con circospezione, prendete la rincorsa e raggiungete l'altro blocco davanti a voi. Da qui fate un altro salto con rincorsa per appendervi alla scala. Girate l'angolo andando verso destra e lasciatevi cadere sullo scivolo, poi saltate e fate una capriola a mezz'aria per aggrapparvi alla piattaforma sul lato opposto. Salite e raccogliete lo Zainetto di Lara.

Lara ritrova il suo zainetto Seguirà un breve filmato nel quale il peso di Lara, nonché la sua esultanza nell'aver recuperato lo zainetto, causeranno una piccola valanga, e la nostra eroina si ritroverà sul fondo della gola, proprio accanto al braciere.

Lara: Il mio zainetto, finalmente! (...) Beh, mi è andata bene!

La caduta di Lara avrà anche creato una montagnola di neve, sulla quale potrete arrampicarvi e così raggiungere la piattaforma sulla quale è finita una Valigia di Vestiti. Ci siamo quasi: tornate al barile di gasolio e alla scala sulla sinistra sulla quale vi siete arrampicati poco fa. Rifate il percorso che ho descritto poco fa (stavolta stando attentissimi ai ghiaccioli, che cadranno), fino alla seconda scala: stavolta, invece di scivolare, dopo aver girato l'angolo continuate ad arrampicarvi fino in cima al blocco. Poi giratevi a destra e guardate la piattaforma visibile all'angolo: dovrete raggiungerla con un salto diagonale molto preciso. Vi conviene salvare.

Una volta raggiunta la piattaforma, arrampicatevi sul blocco a sinistra e poi sulla scala. Ricordatevi benissimo il percorso che avete fatto finora perché tra pochissimo si rivelerà decisivo. Prendendo il cunicolo davanti a voi tornerete nella valle col relitto, ma ancora ci manca una cosa: per trovarla, giratevi a destra (dove vedete la lince girare liberamente) e saltate verso la piattaforma scivolosa. Aggrappatevi al bordo e dondolatevi verso destra, fino alla piattaforma dove troverete la Bussola, ultimo componente del nostro equipaggiamento. Adesso avete tutto quello che Von Croy vi aveva consigliato: una telecamera vi mostrerà il pozzo da dove poco prima avete avuto accesso al segreto, che si riempirà di neve che vi permetterà di raggiungere la sponda che poco fa era troppo lontana. Riappendetevi alla piattaforma scivolosa e tornate sull'altra sponda, quindi prendete il cunicolo che vi riporterà alla valle del relitto.

Sotto il lago ghiacciato


Riattraversate la valle e tornate al pozzo. Se non avete preso i medipack che vi avevo fatto notare prima, questo è il momento di farlo perché ne avrete assolutamente bisogno tra poco. Attraversate il pozzo adesso pieno di neve e giungete sull'altra sponda. State attenti ai ghiaccioli che vi potrebbero infilzare. Arriverete in una piccola foresta di alberi ormai secchi. Avvicinatevi ad uno qualsiasi di essi e premete il tasto azione: Lara strapperà un rametto secco che potrà utilizzare come torcia.

Uscite da questa zona, tornate nella vallata e recatevi sul ciglio della gola. Salvate prima di gettare il rametto sul fondo, cercando di capire precisamente dove cade. Poi seguitelo sul fondo della gola e accendetelo col braciere sul laghetto ghiacciato. In alternativa, se trovarlo dopo averlo gettato vi risultasse difficile, potete entrare nel relitto dell'aereo e accenderlo direttamente lì da uno dei fuochi al suo interno in modo da renderlo più visibile. Insomma, l'importante è che vi troviate sul fondo della gola con in mano il rametto acceso a mo' di torcia. Quando ci sarete riusciti, dirigetevi nell'angolo in cui vedete il barile di gasolio e lanciate la vostra torcia sulla macchia per terra. Il gasolio andrà a fuoco, e spaccherà la lastra di ghiaccio rivelando una via d'accesso al laghetto ghiacciato. Vi ci dovrete tuffare.

Ora, state molto attenti perché oltre alla solita barra dell'ossigeno comparirà una seconda barra che indicherà la resistenza di Lara all'acqua ghiacciata. Se dovesse esaurirsi, Lara annegherà, quindi cercate di essere il più veloce possibile e di usare, seppur con parsimonia, i medipack che avete trovato finora. Nello spazio sotto la lastra di ghiaccio in fondo alla gola, andate verso destra e seguite il tunnel fino ad un grosso stanzone ghiacciato. Sotto la superficie dell'acqua c'è una piattaforma dove potrete emergere. Sparate alla lastra ghiacciata che ostruisce la sporgenza davanti a voi, quindi appendetevi ad essa e dondolate verso sinistra, fino all'angolo più lontano in cui potrete comodamente alzarvi in piedi. La telecamera vi mostrerà una scala sopra di voi: per raggiungerla, saltate un po' obliquamente davanti a voi ed eseguite una capriola a mezz'aria, in modo da poter sfruttare lo scivolo e aggrapparvi alla scala. Salite fino in cima, e tenete premuto il tasto salto per sfruttare i due scivoli paralleli, spostandovi verso destra, e atterrare sulla sponda dove vedrete la Chiave dello spazio Cargo dell'aereo.
A questo punto avrete veramente tutto quanto, a parte, come noterà Lara, la pietra che è scomparsa nel filmato introduttivo.

Lara: Ora ho ritrovato tutti i miei oggetti, ma la Pietra Cai'Xia, l'artefatto che ho trovato in Cina, manca ancora all'appello. Sembra sia stata lei a causare l'incidente.. Dove potrebbe essere?

Abbiate pazienza: lo scoprirete tra qualche livello. Adesso prendete l'indispensabile medipack sulla sponda opposta e poi rituffatevi in acqua. Percorrete a ritroso il tunnel, possibilmente sempre velocemente, e riemergete davanti al barile di gasolio.

Lara: E' meglio che torni all'aereo entro due minuti, o congelerò!

Insomma: se Lara raggiungerà l'aereo entro due minuti, morirà assiderata! Ed ecco che, manco a dirlo, un bel cronometro spunterà sullo schermo, indicandovi quanto manca alla morte della nostra donzella. Non perdete tempo, e seguite il percorso che prima vi avevo fatto notare durante la ricerca della bussola: saltate verso la scala sulla sinistra, quindi sulla piattaforma con i ghiaccioli, la seconda scala ghiacciata fino in cima, salto diagonale verso la piattaforma all'angolo e arrampicata sul blocco e sulla scala, fino a raggiungere la valle del relitto. Vi conviene salvare ogni volta che eseguirete una mossa particolarmente complicata; se non doveste farcela entro i due minuti, partirà un filmato che vi mostrerà la triste morte della nostra eroina. A dire il vero, è talmente ben fatto che varrebbe la pena morire apposta per vederlo! Sprintate verso il relitto e premete il tasto azione davanti alla serratura sul fondo della stanza per scongiurare il pericolo di congelamento per Lara e.. terminare il livello!



cambio d'abito per Lara



LIVELLO 2: ICY WATERS (Acque ghiacciate)



Lara: Allora, cosa stai aspettando?

Nel filmato Lara si è cambiata, e ha con sé il giusto equipaggiamento per intraprendere questa nuova grande avventura.

Il lago congelato


Lara ritrova il suo zainettoA questo punto sarete sul retro del relitto dell'aereo, che si è arenato su una gola dove c'è un lago completamente ghiacciato, cascate comprese. Prima di proseguire calandovi sul fondo di questa gola, guardate attentamente la telecamera con cui il livello inizia: potete scorgere uno strano oggetto marrone giacente su una sporgenza sulla sinistra di Lara. State quindi sul bordo della sporgenza dove vi trovate, spostandovi quanto più possibile a sinistra, e fate un salto ben preciso verso questa sporgenza. Raccogliete il Segreto N° 2, la prima Ruota della Preghiera.

Adesso giratevi verso il punto da cui provenite, ma non tornateci: spostatevi un po' verso la sporgenza sottostante, quella tutta innevata. Da qui giratevi a sinistra e fate un salto con rincorsa verso la sporgenza opposta. Camminateci con attenzione, mantenendovi il più possibile sulla destra, in modo che quando cadrà il gigantesco masso non vi faccia male. Proseguite verso destra, saltate con rincorsa verso l'altra piattaforma e di nuovo prestate attenzione al masso che cadrà. Continuate a seguire la piattaforma, girate l'angolo e quindi eseguite un salto un po' sbilenco per aggrapparvi ad una fenditura nella parete. Dondolatevi verso destra per arrivare ad una nuova piattaforma rocciosa: da qui potete andare verso la cascata congelata sulla destra. Dietro di essa c'è un'apertura che vi condurrà ad una grotta, dove due linci fanno la guardia a una scatoletta di cibo. Uccideteli in modo da non fare la fine dei vostri predecessori, che giacciono sul pavimento!
Una volta raccolto il bonus, tornate alla cascata e sfruttatene la pendenza per arrivare sul fondo della gola, sulla superficie congelata del lago. Uccidete le tre linci fameliche che tenteranno di mangiarsi la povera Lara, quindi andate verso sinistra guardando la cascata congelata, dove vedete un'apertura nella roccia. Entrateci: nell'angolo destro, un po' nascosta, vedrete un'apertura nella quale potrete arrampicarvi e accovacciarci. Seguite il tunnel fino ad una stanza col Segreto N° 3, la seconda Ruota.
Scivolate nell'altro tunnel e tornate al lago.

Le grandi caverne ghiacciate


Lara ritrova il suo zainettoAttraversate la gola giungendo al lato opposto rispetto a quello da cui siete adesso, fino all'ingresso di un'enorme caverna ghiacciata. Inutile che cerchiate di sfruttare la cascata davanti a voi, perché vi schiantereste inevitabilmente al suolo; per procedere, portatevi sul lato sinistro della grande apertura e lasciatevi cadere sulla piattaforma apposita. Da qui fate un salto con rincorsa verso la piattaforma sospesa nel vuoto, e da qui un coraggiosissimo salto attraverso l'abisso per arrivare sulla sponda opposta. Attenzione! Appena giungerete qui sopra, due massi inizieranno a rotolare verso di voi: per evitarli, potete correre verso la nicchia a destra oppure fare un balzo indietro e appendervi al bordo della piattaforma. Una volta al sicuro, andate in fondo all'alcova: vedrete che su entrambi i lati si aprono due cunicoli. Per il momento lasciate perdere quello a destra, rivestito di legno, che vi servirà solo più tardi nel livello. Entrate invece nel secondo, accovacciandovi.

Ora, qui è nascosto un segreto, ma c'è anche una trappola mortale che inibirà i vostri tentativi di impossessarvene: appena varcherete gattonando la soglia, un masso cadrà esattamente sopra Lara, riducendola ad una frittella. In realtà la soluzione per evitare questa ignobile morte è molto semplice, ma vi conviene comunque salvare prima: entrate nel cunicolo con circospezione e NON di faccia, ma di spalle, in modo che l'apertura si trovi davanti a voi; entrate MOLTO lentamente e, appena il masso si staccherà, premete il più velocemente possibile la barra spaziatrice. In questo modo, Lara si rannicchierà in tempo per non essere schiacciata. Attendete che il masso abbia terminato di muoversi e arrampicatevi sulla Lara ritrova il suo zainettoscaletta a destra per prendere il Segreto N° 4 del gioco, un'altra Ruota di preghiera.

Tornate alla piattaforma, continuate ad ignorare l'apertura parallela, uscite sulla sporgenza che dà sul burrone e dirigetevi sulla destra, dove vedete una scala orizzontale. Saltate sulla piattaforma, dalla quale vi appenderete alla scala, per poi percorrerla. Arrivate sulla sponda opposta ed entrate nella nuova zona. Davanti a voi, oltre un piccolo valico, c'è una porta chiusa; a sinistra dell'entrata, invece, un corridoio conduce ad un'altra grande caverna ghiacciata. è precisamente qui che dovremo andare.

Sul lato sinistro del valico che dà su questa grande caverna c'è una montagnola di ghiaccio. Datele le spalle, fate due passi avanti e saltate all'indietro verso di essa, poi velocemente saltate una seconda volta per appendervi ad un'altra scala orizzontale. Percorretela quasi tutta, ma non toccate il bordo: dovrete trovarvi esattamente sopra la pendenza che dà sulla cascata ghiacciata. Lasciatevi cadere e immediatamente saltate per aggrapparvi ad essa. Scendetela fino ad arrivare sul fondo della caverna; andate a destra, saltate lo scivolo ed entrate nell'apertura a sinistra, poi seguite il cunicolo fino ad una grotta dove un esploratore meno fortunato vi ha lasciato delle Munizioni per il Fucile. Tra poco saranno molto gradite.

Tornate nella grande caverna, andate nella zona di fronte alla cascata e poi a sinistra: qui vedrete una salita con un buco nel pavimento. Camminate fino al ciglio di questo buco, quindi giratevi per dare le spalle alla salita. Saltate all'indietro e senza perdere tempo saltate in avanti: un grosso masso cadrà ma andrà a finire nel buco, scongiurando il pericolo di travolgervi. Adesso andate tranquillamente sulla salita, a destra c'è una scala ghiacciata, saliteci e accovacciatevi nel cunicolo. Percorretelo, quindi calatevi nella nuova zona. C'è un pozzo lungo e stretto sul cui fondo ci sono dei mortali ghiaccioli. Per oltrepassarlo, saltate dritto davanti a voi rispetto alla piattaforma dove vi trovate, e aggrappatevi alla fenditura semi-invisibile. Dondolatevi verso destra fino alla scaletta. Issatevi ad essa e saltate all'indietro con capriola per aggrapparvi al bordo dello scivolo. Adesso dondolatevi verso sinistra e svoltate l'angolo, quindi salite sulla piattaforma dove troverete il Segreto N° 5, l'ennesima Ruota di Preghiera. Per questo livello è l'ultimo.

Tornate indietro sfruttando le scalette e la sporgenza, quindi andate alla cascata ghiacciata e arrampicatevi fino in cima. Qui c'è uno scivolo: saltate all'indietro per arrivare sulla piattaforma lunga e stretta direttamente sopra la scala orizzontale di poco fa. Da qui saltate sulla sponda a sinistra (attenzione a scegliere per bene il punto in cui non si scivola) e da qui, con un salto un po' complicato, raggiungete la parte piatta della cascata congelata. Andate in fondo e gattonate fuori dalla caverna.

L'area di ricerca


Vi troverete in una zona totalmente nuova: il lago da cui provengono tutte le varie cascate che abbiamo affrontato finora (e che probabilmente in estate sono più pittoresche!), sul quale si affacciano diverse casette presidiate da alcuni militari che svolgono delle ricerche sui vari misteri di questa zona (i quali non esiteranno a spararvi se vi avvicinerete troppo). Le sue acque, pur non ghiacciate, sono comunque gelide e se ci rimarrete troppo a lungo Lara congelerà, come nel livello precedente; vi nuotano inoltre alcuni placidi pesci che non potrete uccidere, quindi cercate di tenervi il più possibile alla larga da loro. In ogni caso, cercherò di essere il più preciso possibile in modo da farvi passare il minor tempo possibile nel lago.

Per prima cosa, saltate sulla riva a destra, e cercate di tenervi il più possibile vicini all'angolo adiacente a quella da cui provenite: da qui potrete, con un po' di abilità, alla guardia che si trova sulla postazione di vedetta sulla collina innevata, senza essere colpiti. Lara ritrova il suo zainettoSfruttate le varie pendenze per giungere alla postazione e raccogliere il Medipack lasciato dalla guardia, quindi andate verso la casa che vedete sulla destra. Per il momento ignoratela, è chiusa e lo rimarrà ancora per un po'; proseguite invece verso sinistra, lungo il pendio ghiacciato, in direzione delle due case che si trovano sull'altra sponda del lago. Tramite pendenze e piattaforme (state molto attenti ai massi che cadranno), giungete alle due case. L'unica in cui potete entrare per ora è quella di destra: aprite la porticina e la telecamera si sposterà alla casa che avete lasciato poco fa, dall'altra parte del lago: si aprirà e ne uscirà un soldato che, manco a dirlo, inizierà a correre verso di voi. Nel frattempo, nella casa troverete un energumeno che vi darà un po' di filo da torcere. Mettetelo a tacere, e in attesa che arrivi la guardia sparate alle varie casse e raccogliete il Binocolo, il Fucile e alcuni Bengala.

Uscite dalla casa, se non è ancora arrivata sparate alla guardia. Se volete, potete fare il percorso a ritroso per tornare alla casa, ma ci sono alcune cose da raccogliere: per prima cosa, potete salire sul tetto tramite la montagnola di neve tra le due case, e da lì ammirare il bellissimo panorama e scendere sul retro e recuperare delle Munizioni per Uzi; andate verso la casa adiacente, fermatevi sul bordo più a sinistra e da lì spiccate un salto con tuffo per raggiungere la sponda opposta, per recuperare delle Munizioni per Pistola Automatica. Con un salto obliquo raggiungete infine la piccola riva a destra dell'entrata della zona, dove potrete recuperare un Medipack. Tuffatevi in acqua e riemergete velocemente accanto alla postazione di vedetta.
Tornate alla casa che si è aperta poco fa, sparate alle guardie e raccogliete la Scatoletta di Cibo che una di loro vi lascerà. Ora entrate nella casa: avete tre porte da aprire, alla vostra destra, alla sinistra e davanti. Per prima cosa aprite quella di destra, dove potrete recuperare un'altra Scatoletta. Uscite e aprite quella di sinistra: sul lato sinistro del caminetto c'è un pulsante che apre una botola sul pavimento del lato opposto. Calatevi nello scantinato con circospezione e sparate a tutte le casse, per trovare munizioni varie. Nell'angolo a sinistra, nascosta nel buio, c'è la Chiave della Casa.

Risalite dallo scantinato, uccidete la guardia che vi lascerà un medipack e aprite l'ultima porticina, salite le scale e sparate all'uomo che vi verrà incontro. Questi vi lascerà l'importante Dischetto per il Computer. Guardatevi intorno e aprite la porticina che dà sul balcone, dove troverete una bella Pistola Automatica. Riattraversate il lago e andate all'ultima casa rimasta chiusa, utilizzate la chiave ed entrateci. Prendete il medipack nell'angolo a destra e sulle casse, e infine un pacco di bengala sulla cassa accanto al computer. Premete il tasto azione di fronte adesso e Lara vi inserirà il dischetto.

Lara ritrova il suo zainettoLara: Uhm.. un Monastero perso da tempo immemore nascosto nelle montagne? Un artefatto misterioso? Interessante!

Lara è venuta così a sapere dell'esistenza di un monastero nascosto nelle vicinanze, sulle tracce del quale sono le guardie che affronteremo, oltre a quelle che già abbiamo freddato (è proprio il caso di dirlo!). Alla fine del filmato, la porta a destra del computer si aprirà, e ne uscirà un'ignara guardia. Uccidetela, prendete la scatoletta che vi lascia e seguite le scale fino ad uno scantinato semisommerso. Qui troverete la Chiave del Detonatore. Tuffatevi e riemergete a sinistra, dove troverete la Chiave del Cancello, una scatoletta e il pulsante che aprirà una porticina sott'acqua. Adesso portate al massimo la vostra salute e immergetevi ancora una volta.

Seguite il più velocemente possibile la strada sommersa finché non uscirete nel lago; qui salite subito sull'isolotto gelato proprio di fronte all'uscita. Da qui saltate in direzione della casa che avete aperto poco fa. Riattraversate il lago per tornare nella zona della vedetta, dove vi attendono altre due guardie. Una volta fatte fuori, andate verso sud dove vedete una motoslitta: vedrete un vago sentiero innevato. Seguitelo fino ad una scala che vi permetterà di scendere ad un livello più basso. Qui potrete usare la chiave trovata poco fa per aprire il cancelletto che ostruisce la via.


L'entrata del monastero


Avete visto dove siamo tornati? Siamo dall'altra parte di quel piccolo valico che avevamo scorto prima di arrivare nella seconda caverna ghiacciata! Superatelo con un bel salto e riutilizzate la scala orizzontale per raggiungere la piattaforma dove prima abbiamo recuperato il segreto con la trappola. Entrate nell'apertura rivestita di legno che avevamo ignorato allora, scendete lungo le scale e vi ritroverete in un hangar a ridosso del fondo della prima caverna ghiacciata. Notate il cavo che corre dall'hangar alla caverna.

Sparate alla guardia, quindi andate sul lato sinistro dell'hangar e utilizzate la Chiave del Detonatore per aprire il lato destro; qui premete la leva per far esplodere la coltre ghiacciata del lago. Prendete le munizioni nell'angolo destro dell'hangar, uscitene, saltate oltre lo scivolo e raccogliete i Bengala, quindi tuffatevi nel lago appena sgomberato dal ghiaccio e seguite il cunicolo a destra per terminare il livello.



LIVELLO 3: DENBOCHE MONASTERY (Il Monastero di Denboche)



I vestiboli


Il livello inizierà dove il precedente finiva: in una piscina. Prendete i Bengala che si trovano sul fondo e quindi emergete. Vi troverete nel vestibolo del bellissimo monastero taoista in cui questo livello si ambienta: come vedete, la musica è rilassante e la gamma cromatica decisamente zen, a dispetto del fatto che dovrete sudare non poco per terminarlo! Dirigetevi nell'apertura a nord, seguite il cunicolo fino ad una stanza con uno scivolo che si affaccia su una campana all'interno di una nicchia. Estraete le pistole, date le spalle allo scivolo, fate due passi in avanti e poi saltate all'indietro, quindi spiccate un salto e sparate in modo da far suonare la campana.

Tornate nella sala della piscina e andate nella porta che si è aperta, quindi infilatevi nell'apertura a sinistra e premete il pulsante che vi troverete. La porta parallela all'apertura si aprirà. Entrateci e sulla sinistra troverete delle lame che, con un salto, potranno essere evitate abbastanza agevolmente. Nella nuova stanza dirigetevi dal monaco sulla sinistra, che vi spiegherà le ragioni della vostra presenza quaggiù.

  • Monaco: Ti saluto, Lara.
  • Lara: La saluto anch'io. Le porgo le mie scuse, non sapevo che il monastero fosse ancora abitato...Volevo solo dare uno sguardo all'architettura e alle meravigliose opere d'arte qui dentro. (Sì, come no! NDR) Ma ci sono degli uomini malvagi là fuori, vogliono irrompere nel monastero.
  • Monaco: Allora devono essere sulle tracce dell'Artefatto Yavi'ny. Sapevamo che sarebbe successo, prima o poi. Così come sapevamo che saresti arrivata tu, del resto.
  • Lara: Cosa?... E... come faceva a conoscere il mio nome?
  • Monaco: Il tuo arrivo fu previsto da mio padre, durante una delle sue meditazioni. è nel tuo destino prendere con te l'Artefatto Yavi'ny per portarlo via da qui e scoprire il suo mistero.
  • Lara: L'Artefatto... Yavi'ny? Oh, lasci perdere: non c'è tempo per le spiegazioni, quegli uomini potrebbero arrivare da un momento all'altro adesso! Dove posso trovare questo artefatto?
  • Monaco: Esso è nascosto dall'altro lato del monastero, sotto il livello dell'acqua. Dovrai dar prova di essere degna della prova e avere la meglio sulle trappole e gli enigmi del monastero senza alcun aiuto. I miei fratelli sono stati informati del tuo arrivo, quindi ti prego, fa' come se fossi a casa tua.
  • Lara: Mi sembra divertente. Lo consideri fatto!


Quando il filmato sarà finito e la porta si sarà aperta, potrete giungere in un grande corridoio dove un monaco fa sentinella. Inutile spararlo o evitarlo, è amichevole. Prima di uscire, notate due cose nella stanza del monaco: il bottone a destra della porta e il fuoco sulla sinistra, che sembra proteggere qualcosa... per ora lasciateli perdere. Entrate nell'apertura a destra rispetto a dove il monaco fa la guardia (per ora non andate oltre): troverete una specie di magazzino pieno di casse. Ce ne sono otto in fila accatastate in un angolo e una accanto all'entrata, separata dalle altre. Adesso dovete preparare un percorso agevole per la corsa a tempo che avrà luogo tra poco.

Per prima cosa, andate alle otto casse e tirate indietro di una posizione nell'angolo, in modo da allinearla a quelle più esterne. Poi prendete la cassa “solitaria” accanto all'entrata e allineate anch'essa. Ora salite sulla passerella così ottenuta e spostate le due casse superiori su quelle che avete spostato, in modo da sgomberare la via e da rivelare un'apertura. Entrate in questa apertura e guardate in su, c'è una scala. Saliteci e percorrete la stanzetta fino ad una seconda scala, stavolta orientata verso il basso, che porta al fuoco che vedevate dalla stanza del monaco. Ora che avete visto il percorso, tornate dal monaco e premete il pulsante a destra della porta; poi correte di nuovo al magazzino delle casse, arrampicatevi sulla scala e lasciatevi cadere dove prima c'era il fuoco. Recuperate la Chiave del Santuario e immediatamente risalite lungo la scala prima che il fuoco si riaccenda. Posizionatevi per bene in modo da poter atterrare al sicuro con un salto all'indietro.
Uscite dal magazzino, entrate nel corridoio dove il monaco fa la guardia; alla biforcazione prendete la sinistra. Di nuovo a sinistra c'è la porta del Santuario, ma ancora abbiamo qualcosa da fare: continuate dritti fino ad una stanzetta. Sul bovindo di una finestra troverete la Lancia, che in questa serie sostituisce l'amato piede di porco. Tornate indietro quasi fino al magazzino: in una nicchia vedrete uno specchio incastonato nel muro. Utilizzate la lancia per divellerlo, quindi tornate alla porta del Santuario e apritela.


Il Santuario


Ora, in questa zona sarà molto difficile orientarsi e dare delle indicazioni precise: sappiate però che l'obiettivo è recuperare quattro spezie magiche, più una ciotola e se possibile due segreti (che vi condurranno, uniti a quelli del livello precedenti, al mistico Fior di Loto) che andranno usate per aprire l'accesso all'Artefatto Yavi'Ny. Per ogni spezia c'è una diversa prova, che può essere compiuta indipendentemente dall'ordine che io utilizzerò in questa soluzione: eventualmente doveste perdervi o esulare dalle mie indicazioni, cercate di orientarvi con i simboli sulle porte. Prima di fare qualsiasi cosa, però, andate a destra rispetto al punto da cui siete entrati e seguite il sentiero girando l'angolo, fino ad arrivare ad un grande pannello su cui sono raffigurate le quattro spezie che dovrete trovare. Premete il pulsante e aprirete l'accesso a tutte e quattro le prove: potete iniziare.

La prova della Medicina Ghiwang


Giratevi di spalle e vedrete il simbolo della Medicina Chiwang, che è una ciotola con dentro una polvere bianca. Seguite il sentiero sulla sinistra ed entrate nella porticina, e seguite il corridoio fino ad una stanza con una piscina al centro. Davanti a voi c'è una porta chiusa, sui lati due aperture. Per prima cosa andiamo a destra. Seguite il corridoio fino ad una stanza molto particolare: ha una serie di scivoli che si inerpicano sulle pareti e conducono ad una nicchia con dentro una campana, dal meccanismo del tutto uguale a quella incontrata a inizio livello. Dovete farla suonare con un proiettile, ma il problema è arrivarci! Per prima cosa, salite sulla piattaforma al centro della stanza e aggrappatevi al primo scivolo. Saliteci e sfruttatene la pendenza per eseguire un salto con capriola verso lo scivolo parallelo. Aggrappatevi ad esso e dondolatevi verso destra, in modo da essere direttamente dietro un secondo scivolo. Vi consiglio di salvare adesso perché potreste dover ripetere questo punto parecchie volte (ricordate, quando caricate, di premere il tasto azione o Lara cadrà giù e dovrete rifare tutto da capo).

Ora tiratevi sullo scivolo e premete il tasto salto SENZA fare capriole; sullo scivolo successivo, saltate tenendo premuto il tasto direzionale sinistro in modo da atterrare sullo scivolo che si trova sul muro opposto ma non perfettamente parallelo a quello dove siete ora. Non rilasciate il tasto salto, in modo che da quello scivolo possiate arrivare ad un altro parallelo e da qui su una piattaforma sicura da cui potrete sparare alla campana.

Ma non è ancora finita: tornate alla sala con la piccola piscina e noterete che dietro la porta che abbiamo aperto ce n'era un'altra, ovviamente chiusa. Prendiamo quindi il passaggio opposto e seguiamo il corridoio fino ad una stanza simile a quella che abbiamo appena lasciato. Gli scivoli qui sono tutti allineati, ma ahimé, c'è un pericolosissimo sputafuoco per terra che renderà le vostre manovre molto più difficili! Ora, vi rivelo un trucchetto che ho utilizzato in parecchie occasioni: se salvate davanti ad uno sputafuoco e poi caricate, lo troverete sempre nell'atto di spegnersi. Questa cosa può tornarvi utile se non riuscite a coordinarvi perfettamente con i suoi ritmi. Con circospezione salite sulla piattaforma infuocata mantenendovi sul bordo sinistro guardandola dall'entrata della stanzetta, posizionandovi in modo che diate le spalle al primo scivolo. Quando il fuoco si spegnerà, saltate all'indietro sul primo scivolo e al tempo stesso estraete le pistole, e continuate a saltare fino a raggiungere un'altezza tale da poter sparare alla campana. Quando l'avrete fatto, rinfoderate le pistole e velocemente appendetevi allo scivolo sotto la campana. Coordinatevi con il fuoco e lasciatevi cadere: perderete un po' di vita ma almeno sarete al sicuro. Adesso tornate nella stanza della piscina e oltrepassate le porte per prendere dall'altare la Medicina Ghiwang.

La prova del Seme di Mostarda


Uscite da questa zona. Non appena fuori dalla porta, girate a destra e seguite il sentiero finché non vedrete il lato nord del Santuario. Guardate in basso e vedrete una scaletta che si affaccia su una fenditura all'altezza del simbolo che raffigura un'anfora decorata con un coperchio biancastro a forma di cappuccio. Scendete in basso lungo la discesa e aggrappatevi alla scala, quindi scivolate giù. A destra ci sono dei pilastri che fungono da sputafuoco. Continuate dritti per ora, e utilizzate il solito giochetto di saltare sullo scivolo a destra per raggiungere l'alcova con dentro un pulsante che li spegnerà temporaneamente. Premetelo e correte giù, e quindi sui pilastri con dei salti veloci e ben calibrati, in modo da raggiungere agevolmente l'altra sponda. Entrate nel corridoio e proseguite sempre dritto, ignorando per il momento l'apertura a destra. Vi troverete in un'ampia stanza con un pilastro/altare al centro e una serie di piattaforme sputafuoco che corrono tutto intorno. Per arrivare in cima al pilastro, dovete percorrerle tutte.
Non è una prova molto difficile: per evitare di finire bruciacchiati, vi conviene appendervi sui bordi delle piattaforme e attendere che i fuochi si spengano, oppure sostare negli angoli dove nemmeno una scintilla vi raggiungerà. State molto attenti a non atterrare direttamente al centro delle piattaforme. Se non riuscite a coordinarvi, usate il piccolo trucco che vi ho insegnato nella prova precedente. Insomma, alla fine dovreste poter atterrare sul pilastro principale e prendere dall'altare il Seme di Mostarda.

La prova del Cinabro


Tuffatevi in acqua, emergete e prendete il corridoio che prima avevate ignorato: salite tutte le scale e prendete il passaggio a destra (quello a sinistra tornerà utile dopo) per arrivare di nuovo nel Santuario. Dovete salire tramite le varie salite sul tetto che, dall'uscita della zona del Seme di Mostarda, vedete sulla destra, dove c'è il simbolo di una coppetta con dentro tre montagnole di polvere rossa. Entrate in quella porta e seguite il corridoio (notate una finestra rossa sulla destra) fino ad un percorso con delle lame a scatto simili a quelle di inizio livello, stavolta però più insidiose perché il passaggio è molto più stretto. Oltrepassatele con dei salti ben calibrati e continuate a seguire il tunnel fino a delle scale. Saliteci e poi saltate all'indietro per giungere in una nuova zona. Allora, questa stanza funziona così: ci sono solo tre mattonelle “sicure”. Se non salterete esattamente su quelle, verrete immediatamente schiacciati da una serie di massi. Per vedere quali sono le piastrelle, premete il pulsante che si trova sulla piattaforma su cui siete arrivati: dovrete saltare sulle piastrelle che nel riflesso dello specchio appaiono nere. Fate molta attenzione a non toccare nemmeno per un secondo le altre: cercate di fare salti senza rincorsa e ben mirati. Quando le avrete percorse tutte, entrerete in una piccola stanza con un altare apparentemente vuoto: in realtà nello specchio vedrete riflessa la Polvere di Vermiglio, che è semplicemente invisibile. Premete il tasto azione e Lara se ne impossesserà, aprendo allo stesso tempo la finestra che si trovava accanto all'entrata di questa zona. Ora tornate indietro, purtroppo dovete farvi a ritroso tutto il percorso delle piastrelle e anche le lame. Entrate nella finestra aperta e prendete la Piccola Ciotola. Combinatela con la polvere di Vermiglio e otterrete il Cinabro.

La prova dell'Erba Durva


Uscite da questa zona e dirigetevi verso l'ultima prova: dal tetto dove siete dovete raggiungere quello sulla destra, sul quale campeggia il simbolo di un'erba verde. Prima di raggiungerlo, potete fermarvi sul bovindo sulla destra e prendervi un prezioso medipack. Entrati nella nuova zona, seguite il corridoio fino ad un incrocio con una piccola salita. Entrate di spalle facendo un passettino indietro, e appena sentirete il familiare suono del masso che rotola per schiacciarvi tornate indietro in modo da evitarlo. Continuate in avanti finché non vedrete un'altra salita con due aperture in cima, una in alto e l'altra a destra. Posizionatevi in modo da trovarvi direttamente davanti a quest'ultima e sprintate in modo che il masso rotolante vi passi accanto mentre voi trovate salvezza nell'apertura. Salvate. Ora, prima di andare nel prossimo ambiente, tornate nel corridoio dove è appena caduto il masso e guardate l'apertura da cui esso è venuto giù: se aguzzate un po' la vista, scorgerete una scaletta che pende lungo l'apertura. Date le spalle allo scivolo e cercate di calcolare al meglio possibile la distanza tale che Lara si appenda alla scaletta. Non è molto facile ma con qualche tentativo ci dovreste riuscire. Salite nella nuova stanza e due massi cominceranno a rotolare all'infinito lungo altrettante discese. Coordinatevi e oltrepassatele per recuperare il Segreto N° 6, la Ruota di Preghiera numero cinque.

Fate attenzione ai massi e tornate indietro. Entrate adesso nella nuova zona, decisamente pittoresca: siete in un cortiletto all'interno di una calotta di ghiaccio. Sul pavimento c'è un laghetto profondo pochi centimetri, e al centro c'è un pilastro del tutto simile a quello dove avete recuperato la polvere di Vermiglio, con sopra l'ultima spezia che vi serve. Davanti a voi e a sinistra due grossi portali, a destra una porticina chiusa. Per prima cosa, recatevi vicino al pilastro, dove l'acqua è più profonda. Su uno dei suoi lati troverete la Chiave del Serbatoio. Andate poi verso il portale parallelo all'entrata (salvate) e state molto attenti a fermarvi sul bordo: se cadrete in acqua verrete trascinati via dalla corrente. Fate invece un preciso salto con rincorsa verso la piattaforma a sinistra. Se Lara guada, fate un passo indietro e un salto sul posto, in modo da metterla nella giusta posizione. Seguite tutto il corridoio, state attenti alle lame sempre più insidiose e poi fermatevi sul bordo proprio accanto all'uscita (fate in modo che Lara non guadi). Da qui saltate con rincorsa e con molta precisione verso la piattaforma appena visibile a destra. Seguitela e premete il pulsante che aprirà la porticina nella grotta del pilastro. Fate un altro salto ben preciso verso il portale in modo da tornare al pilastro. Entrate nella porticina appena aperta, attraversate la grotta e arrampicatevi lungo la scala. Arriverete nella zona dei serbatoi. Non badate al monaco innocuo e seguite tutto il cornicione per recuperare una scatoletta di cibo. Andate poi sul lato est della zona, dove vedete una serratura per la chiave che avete trovato poco fa. Inseritela e aprirete la porta sul lato ovest. Tornate là, entrate nella stanzetta e vi troverete due casse che si possono spostare: portateli fuori uno alla volta e poi sistemateli agli angoli della zona, dove vedete due grate. Partirà un filmato che vi mostrerà come i serbatoi si riempiano e allaghino completamente la grotta del pilastro. Tornate a nuoto in quella zona e recuperate l'Erba Durva.

Risalendo il pozzo


Avete superato tutte le prove e ora possedete tutto il necessario per arrivare all'Artefatto Yavi'ny! Ma dobbiamo ancora sudare un bel po' prima di arrivarci. Uscite dalla zona dell'Erba Durva e scendete a destra, dove potrete uscire dal Santuario. Girate a destra e poi a sinistra per arrivare in un'anticamera dove potrete inserire lo specchio recuperato ad inizio livello, in modo da aprire una stanza con quattro altari con i simboli delle spezie che avete recuperato. Ogni volta che ne posizionerete una, un masso si staccherà dalla struttura centrale che avete avuto modo di vedere nel Santuario, andando a prendere il loro posto in una piastrella sott'acqua. Quando tutte le spezie e i massi saranno al loro posto, si aprirà una porta subacquea. Tornate nel Santuario, andate a destra e poi a sinistra (in modo da passare davanti al pannello dove c'era il pulsante che avete premuto per aprire le porte delle spezie e guardate in giù, verso nord. Ecco la porta che si è aperta. Immergetevi e seguite il tunnel finché non emergerete in un pozzo nel quale sentirete rumori che non promettono bene. Guardate in su per capire che le premesse non mentono: ci sono diverse scale con delle lame in cima, e anche se non potete vederlo c'è un masso che rotola all'infinito lungo una trave. Non perdete tempo: giratevi verso la scala più bassa e aggrappatevi ad essa. Cercate di stare il più possibile a sinistra, e salite fermandovi due pioli sotto la lama, dove sarete al sicuro. Saltate all'indietro SENZA capriola e subito saltate sfruttando lo scivolo e premendo il tasto direzionale a sinistra. Aggrappatevi alla seconda scala, fermatevi sotto la lama e saltate all'indietro CON capriola per aggrapparvi alla scala parallela. Salite finché non sarete all'altezza della trave dove il masso rotola. Coordinatevi in modo che, quando esso rientra in uno degli angoli della trave voi saltiate e velocemente vi orientiate verso la scala sulla sinistra. Saltate e appendetevi in fretta verso di essa. Non salite subito: scendete giù e spostatevi verso sinistra, girate l'angolo e troverete la stanza del Segreto N°7, la sesta e ultima Ruota di Preghiera.
Tornate all'apertura del cunicolo e fate un salto obliquo per tornare ad aggrapparvi alla scala. Salite ed entrate nel passaggio a sinistra. Seguite la scala e lo scivolo fino a tre pozzetti con altrettanti sputafuoco. Coordinatevi in modo da saltarli quando la fiamma è spenta.


In cima al Santuario


Sulla balconata su cui vi troverete andate a sinistra e premete il pulsante, che aprirà una porta sul lato opposto. Andateci (ignorate il passaggio a sinistra che è per dopo) e salite sulla scala, attraversate il ponte sulla sinistra e seguite tutto lo scivolo. Premete il pulsante sulla destra e saltate sugli sputafuoco quando essi saranno spenti. Premete il pulsante parallelo a quello già premuto e guardate il filmato: nella struttura centrale del Santuario una gabbia viene alzata, rivelando un pozzo lungo e stretto. Adesso risalite gli scivoli e riattraversate il ponte per tornare alla balconata; entrate nel passaggio che prima vi avevo fatto ignorare e scivolate fino alla botola che prima era chiusa.

Ora dovete scendere lungo la scala stando molto attenti alla lama: per evitarla potete fermarvi poco sopra e lasciarvi cadere quando si apre abbastanza. Quando sarete giù, vi troverete nella zona dove prima avete preso il Seme di Mostarda. Seguite il corridoio e tornate nel Santuario. Ora, prima di prendere l'Artefatto, perché non fermarvi a prendere il Fiore di Loto visto che abbiamo tutto l'occorrente? Portatevi quindi sul lato nord del Santuario, dove vedete il simbolo del Seme di Mostarda. Guardate bene la zona e noterete un'apertura in alto a destra dell'apertura con la scaletta. Saltate prima sulla sporgenza a destra e poi da lì entrateci. Qui ci sono quattro serrature dove inserire le prime quattro Ruote; quando l'avrete fatto, si aprirà una porta e sulla destra troverete le altre due serrature. Si aprirà la porta che cela l'altare con sopra il Fiore di Loto (Segreto N°8). Prendetelo e saltate immediatamente all'indietro, o sarete schiacciati da un masso a trabocchetto!


L'Artefatto Yavi'Ny


Fra poco termineremo questo bellissimo livello. Uscite dalla sala del fiore, saltate verso la salita e giungete alla struttura centrale del Santuario. Tuffatevi nel pozzo che avete liberato poco fa. Seguite il cunicolo subacqueo fino a una biforcazione con delle lame: prendete la sinistra e oltrepassatele nuotando prima in alto e poi in basso. Notate la porta sulla sinistra, che sarà cruciale tra poco. Continuate a seguire il cunicolo fino ad emergere in una stanza affrescata. Prendete uno dei due passaggi e... voilà! Ecco il famigerato Artefatto Yavi'Ny su un piedistallo! SALVATE assolutamente prima di prenderlo.

Lara: Ce l'ho fatta! è stato davvero fantastico! Quando avrò la mia casa, trasformerò la sala da ballo in una palestra come questo posto.

Ma l'esultanza di Lara verrà ben presto interrotta da un filmato che vi mostrerà un monaco che apre una chiusa: la porta che prima avete notato in mezzo alle lame si aprirà a sua volta, inondando la stanza dove vi trovate.

Lara: Nuota, ragazza, nuota!!!

Non perdete tempo perché la chiusa aperta dal monaco è a tempo: uscite dalla stanza in cui vi trovate e tornate alle lame, il tutto senza impantanarvi perché il minimo errore vi costerà la riuscita dell'impresa. Entrate nella porta a sinistra e poi di nuovo a sinistra... se la porta non si è chiusa, arriverete in un nuovo ambiente e finirete il livello.




LIVELLO 4: THANNAUSER'S GATE (Il Portale di Thannauser)



Prima di andare avanti, ci terrei a precisare, per i più curiosi, che l'astruso nome di questo livello si pronuncia "Tannòiser", ed è un omaggio all'opera omonima di Wagner. Saperne di più non fa mai male ;)


Di nuovo tra i ghiacci


Vi trovate sul retro del Monastero dello scorso livello, di nuovo in acque gelate che faranno calare la salute di Lara come due livelli fa. Nuotate quindi sulla riva e, se ne avete persa tanta, ripristinate la vita. Da qui saltate sull'isolotto di ghiaccio a poca distanza, e da esso giratevi a sinistra per aggrapparvi ad una fenditura nella parete. Dondolatevi verso sinistra fino alla fine, dove c'è uno spazio in cui potrete entrare accovacciati. Seguite il cunicolo fino ad uno scivolo, dal quale salterete fino ad una nuova piattaforma. Proseguite stando attenti ai ghiaccioli e nel prossimo ambiente andate a sinistra, dove potete appendervi ad una scala orizzontale che corre lungo la piscina di inizio livello.

Percorretela tutta e lasciatevi cadere contro il muro per aggrapparvi ad una nuova fenditura. Andate a destra e issatevi sull'altra sponda rispetto a dove eravamo prima. Seguite il sentiero ghiacciato fino ad una scala che si trova sulla destra, in un'alcova. Saliteci in modo da trovarvi al livello superiore. Saltate con attenzione sul ponte di ghiaccio davanti a voi, e da qui nell'angolo a sinistra. Salite sulla fenditura: sul lato sinistro di essa c'è uno scivolo sopraelevato. Saltate e premete il tasto azione per appendervi, saliteci e fate un salto con capriola per appendervi sull'altro lato. Dondolate verso destra e salite sulla zona piatta, dalla quale potrete saltare con rincorsa sulla scala ghiacciata davanti a voi. Salite e aggrappatevi alla scala orizzontale, da essa arrivate alla fenditura e dondolatevi verso destra; salite in un ampio tunnel in pendenza che risalirete con un salto. Sparate ai leopardi e andate nella zona del piccolo lago ghiacciato. Una telecamera vi mostrerà un soldato.

Lara: Oh, grandioso! Non di nuovo!

Dovrete muovervi velocemente, perché il soldato vi sparerà da sopra ed è molto difficile che i vostri proiettili lo raggiungano da qui. Se volete farlo, comunque perdendo un po' di vita, andate nell'angolo in fondo a destra sulla piattaforma rocciosa (attenti ai massi) da cui potete spararlo saltando. In ogni caso, andate all'angolo in fondo a sinistra rispetto all'entrata, dove c'è un basso cunicolo. Seguitelo fino ad un piccolo pozzo: superatelo con un salto in avanti e immediatamente fate un salto all'indietro, per salvarvi dal masso che cadrà con l'intenzione di schiacciarvi. Quando sarà caduto nel pozzo, proseguite fino ai ghiaccioli per terra, camminateci per non farvi male e salite nell'apertura a destra.

Arrampicatevi sulla scala per arrivare dalla guardia (a meno che non l'abbiate uccisa prima!). Sulla piattaforma opposta, che raggiungerete con un salto, c'è un medipack, ma se lo volete prendere state attenti a fare subito un salto all'indietro, o sarete schiacciati da un masso. Dalla piattaforma della guardia, andate sul sentiero a destra e sparate al nuovo soldato. Una telecamera vi mostrerà il Monastero Perduto, ma ancora non è il momento di andarci. Al bivio andate verso sinistra e fermatevi sul bordo del pozzo. Saltate non verso la scaletta davanti a voi, ma a sinistra, sul bordo adiacente. Uccidete il soldato. Girate intorno alla montagnola di neve e sparate alle casse per trovare la Chiave del Monastero e dei Bengala. Notate la lastra di ghiaccio che protegge un segreto e la cassa di TNT, la quale indica che torneremo presto in questa zona: per ora abbiamo finito. Tornate sul bordo e saltate verso la scaletta. Scendete nello scavo e date uno sguardo allo strano corpo congelato... Sparate alle casse e prendete il medipack, quindi tornate su per la scala e andate a destra.

Il Monastero Perduto


Sparate alle due guardie e prendete le munizioni per uzi che uno di loro lascerà. Prima di inserire la chiave del monastero nell'apposita fessura, andate nell'apertura a destra e sparate alle casse per prendere dei Bengala e, finalmente, anche gli Uzi. Notate un altro corpo congelato: ma cosa è successo qua? Adesso usate la chiave ed entrate nel Monastero. Sulla sinistra ci sono altre munizioni, sulla destra una Scatoletta di Cibo. Adesso andate a sinistra e guardate l'anticamera: nell'angolo alla vostra destra c'è una serratura, a sinistra invece la botola che essa apre. Al centro, invece, un blocco scaffalato spostabile. Spingetelo finché potete, poi tornate indietro e girate l'angolo. Tiratelo una volta e poi tornate nell'apertura, spingetelo fino all'estremità sinistra del corridoio e poi tornate dietro l'angolo per spingerlo nell'alcova. All'altro capo del corridoio si aprirà una botola sopraelevata. Entrateci appendendovi alla scala ed arriverete in una zona con quattro blocchi simili a quello che abbiamo appena spinto. Per risolvere questo piccolo enigma è necessario avere presente due direttive: i blocchi vanno posizionati sì nelle alcove con le stesse textures, ma con il lato scaffalato posto in modo che sporga dal muro. A sinistra dell'entrata si aprirà una porticina. Entrateci e salite lungo la scala fino al piano superiore. Da qui appendetevi alla scala orizzontale e arriverete dall'altro lato. Entrate nella nuova stanza e a sinistra ci sarà una leva che apre la porta nella stanza dei blocchi, ma solo per pochi secondi! Salvate davanti alla leva e non perdete tempo: sprintate attraverso la stanza (non andate a sbattere contro i muri!), cadete nella stanza dei blocchi e sprintate di nuovo nella stanzetta appena aperta. Se avrete fatto tutto per bene, la porta si chiuderà alle vostre spalle. Nell'angolo a destra c'è un pulsante che vi permetterà di uscire sulla balconata che dà esattamente sulla zona dove poco fa abbiamo recuperato gli uzi.

Percorretela e troverete la Chiave dello Scantinato. Tornate indietro (potete uscire da questa stanza premendo due volte il pulsante accanto alla porta a tempo) fino all'anticamera. Mettete la chiave nell'apposita fessura per aprire la botola. Scendete lungo le due scale ed entrate nello scantinato allagato. State attenti alle lame, che vanno evitate con dei salti molto precisi. Salite nel cunicolo a destra con la scala: di fronte a voi c'è un blocco spostabile. Tiratelo all'interno in modo da sbloccare l'accesso ad un'altra stanzetta. Qui tirate la leva sulla destra, che aprirà una porta nel corridoio delle lame. Scendete lì ed entrate nella stanza principale dello scantinato, dove troverete il primo Gioiello Tibetano. Partirà un filmato nel quale due militari faranno saltare in aria la cassa di TNT che avete visto poco fa. Prima di uscire date uno sguardo nell'angolo più lontano: un'altra lastra di ghiaccio protegge il secondo segreto del livello. Adesso rifate il corridoio delle lame e uscite dal monastero. Tornate al punto dove c'era la cassa TNT e uccidete i due soldati (uno vi lascerà in eredità delle munizioni per fucile); entrate quindi nella porta che si è aperta con l'esplosione.

Il Portale di Thannauser


Scendete con circospezione: mantenetevi sulla sinistra in modo da evitare i ghiaccioli. Davanti a voi troverete un cancello chiuso e due aperture sui lati. Andate a destra, dove dovrete sfruttare uno scivolo, come ormai avrete imparato a fare, per arrivare su un ballatoio e tirare una leva. Poi andate nella stanza opposta, verso l'angolo all'estrema sinistra, dove c'è una fenditura che vi permetterà di dondolarvi fino ad un altro ballatoio. Tirate la seconda leva e il cancello si aprirà. Entrate nel nuovo ambiente, ed eccovi davanti al Portale di Thannauser. Oltrepassate il ponte e guardatelo da vicino: ci sono due piccole colonne su cui andranno posizionati due artefatti Yavi'Ny. E il secondo dove si sarà mai cacciato? Diamoci da fare per ritrovarlo! Sulla destra del Portale c'è un'apertura, saltateci con rincorsa. Scendete il pendio e con attenzione prendete le munizioni per fucile oltre i ghiaccioli. Continuate a scendere per trovare il secondo Gioiello Tibetano. Tornate indietro al Portale e a ritroso sul ponte: guardando l'entrata, sulla destra vedrete una scala. Appendetevi e scendete giù: ai lati del cancello vi sono due finestre, in ciascuna delle quali potete posizionare uno dei due gioielli. Quando l'avrete fatto il cancello si aprirà.

Il Labirinto del Portale


Scendete lungo una delle due discese ed entrate nella piscina, quindi nel cunicolo subacqueo a destra. Seguitelo, alla diramazione andate a sinistra e, facendo attenzione alla lama, tirate la leva. Tornate indietro e prendete la via che prima abbiamo ignorato ed emergete in una piccola caverna. Ora, come dice il titolo di questa sezione, ci troviamo in labirinto. Dare indicazioni è un po' difficile, ma cercherò di essere ben preciso. Accucciatevi nel cunicolo a sinistra, e alla diramazione girate di nuovo a sinistra.

Girate di nuovo a sinistra e dietro l'angolo troverete una leva. Tiratela e aprirete una porta che si trova in una posizione sopraelevata, girando l'angolo. Entrateci e raccogliete dal mucchio una torcia. Tornate indietro e, quando vi si presenta la scelta, girate sempre a sinistra. Quando passerete davanti a dei cristalli blu, lasciate un attimo la torcia e girate nell'alcova a sinistra, dove potrete raccogliete le munizioni per fucile. Riprendete la torcia, andate verso est e percorrete la strada fino a raggiungere un corridoio con due blocchi. Non entrateci ancora: continuate verso destra e poi a sinistra, saltate il pozzo e arriverete al braciere, dove potrete accendere la torcia in modo da renderla anche più visibile quando la lanciate. Ora tornate al corridoio con i due blocchi. Lasciate la torcia in un posto sicuro e mettetevi al lavoro: ecco lo schema di ciò che dovrete fare, con relativa descrizione!


Allora, denominiamo il blocco di destra 1 e quello di sinistra 2. Spingete finché è possibile 1, quindi entrate nel nuovo corridoio e spingete fuori 2. Uscite nel corridoio iniziale e spingetelo nell'alcova a sinistra, dove rimarrà. Tornate poi a 1, tiratelo indietro una volta e poi rientrate dal passaggio prima ostruito da 2 per spingerlo nell'alcova a destra. Scoprirete che dietro di lui c'era un altro blocco, che chiameremo 3. Tiratelo indietro lungo il corridoio, fatelo uscire in quello iniziale e poi spingetelo nell'alcova a destra. Avete liberato la via al segreto. Prima di andare a prenderlo, però, andate nel corridoio in fondo a sinistra, dove c'è il blocco 4: tiratelo due volte e poi andate nell'apertura prima ostruita da 2 e tiratelo per rendere il corridoio completamente sgombro. Prima di proseguire, andate nel corridoio dove prima c'era 3, e troverete un'alta grotta con tanti scivoli e alcune scale. Utilizzateli per arrivare al Segreto N° 9, il primo Papiro di Preghiera. Tornate giù, riprendete la torcia da dove l'avete lasciata e incamminatevi nel corridoio prima ostruito da 4.

Il Percorso del Fuoco


Entrerete in una stanza con una grande salita divisa in due parti. L'acqua, come si vede dal colore, è tossica. Percorrete una delle due parti della salita e, appena si stacca il masso, saltate sull'altra e immediatamente saltate di lato sulla prima. Arrivati in cima, vedrete due pozze di acqua tossica ai lati del portone: usate la torcia per accenderli. Entrate nel nuovo ambiente e lasciate la torcia, che non vi serve più. Entrate a sinistra in una grande grotta piena di piattaforme sospese con sopra degli sputafuoco! è inutile andare su di essi: andate a destra dell'entrata, c'è una piattaforma nascosta nell'angolo Da qui potete saltare sulla parte inclinata del portale e utilizzarla per saltare alla fenditura nel muro. Dondolatevi verso sinistra e accovacciatevi nel cunicolo. Da qui entrate nel buco nel pavimento e quindi lungo la scala sul pilastro. Saliteci e saltate con rincorsa verso la piattaforma con la leva. Tiratela e una porta si aprirà al livello inferiore. Scendete tramite l'angolo a destra. Adesso potete andare sulle piattaforme sputafuoco: regolatevi come vi ho suggerito nel livello precedente. In questo caso, vi assicuro, il percorso da fare è decisamente più semplice. Entrate nella porta che avete aperto con la leva, e per prima cosa andate a destra, seguite le scale fino ad una leva e tiratela: aprirà la porta direttamente parallela a quella da cui siete appena entrati. Adesso scendete le scale e andate verso il fuoco che vedete nell'angolo a sinistra: noterete che sopra di esso c'è un piccolo spazio. Mettetevi sull'angolo a sinistra e fate due passi indietro, in modo da appendervi al bordo senza il rischio di bruciarvi. Entrate nel cunicolo e seguitelo fino ad una caverna di ghiaccio. Salite sulla scala e saltate all'indietro, quindi sparate alla lastra di ghiaccio. Entrate nel nuovo ambiente e percorrete la piccola salita, pronti a scattare verso sinistra non appena sentirete il masso arrivare. Quando sarete al sicuro rientrate in quello spazio e prendetevi il secondo Papiro di Preghiera, ovverosia il Segreto N° 10. Adesso tornate nella stanza degli sputafuoco e raggiungete la porta che avevamo aperto prima: dentro ci sarà il secondo Artefatto Yavi'Ny! Prenderlo significherà anche aprire la porta di uscita da questa zona, sulla sinistra.

L'apertura del Portale


Seguite il corridoio dopo la porta così aperta, saltate la piscina mortale con sopra i getti di vapore e andate a sinistra, dove scivolerete verso il punto in cui poco fa abbiamo recuperato uno dei gioielli tibetani. Uscite nella caverna del Portale e sparate alle guardie sul ponte, cosa un po' difficile ma vi conviene farlo ora piuttosto che dopo, quando sarete sul ponte. Andate alla scala che prima abbiamo usato per calarci quaggiù, aggrappatevi e salite, girate l'angolo e saltate sul ponte. Raccogliete il medipack che una guardia vi ha lasciato, ma ancora non andate ad aprire il Portale: uscite invece nella zona dove prima c'era la cassa TNT e da qui tornate al Monastero. All'entrata andate a sinistra, e poi nella zona dove prima abbiamo spostato un blocco recatevi a destra, giù per una scala. Qui potrete posizionare i due papiri per aprire la porta centrale, oltre la quale troverete il Segreto N° 11, la Ruota di Dharma. Uscite dal Monastero, tornate al Portale e posizionate gli Artefatti Yavi'Ny per aprirlo. Entrateci e seguite il corridoio per terminare anche questo livello.




LIVELLO 5: FROZEN IN TIME - Settlement (Congelati nel Tempo- L'insediamento)



Dunque, questo è il primo livello della seconda sezione del gioco. Finalmente è ora di andare a scoprire qual è il grande segreto che si nasconde tra i ghiacci Himalayani! Vi avverto, adesso le cose iniziano a farsi veramente complicate... Inoltre, se non avete preso i segreti degli scorsi livelli, non sarà più possibile tornare indietro per recuperarli, e se avete ancora con voi qualche Ruota o Papiro di Preghiera inutilizzato spariranno. Del resto Lara non può mica portarsi tutto dietro!




L'enigma delle piastrelle


Inizierete il livello proprio di fronte al Portale di Thannauser, ormai chiuso. Scendete lungo il pendio, saltate la piscina di olio nocivo e andate a destra. Vi troverete in una caverna chiusa da un portone, con due aperture sui lati. Vediamo un po' la situazione: oltre quella a sinistra c'è una grande stanza dall'aspetto alieno, con una grossa teca al centro e diverse piastrelle sospese tutto intorno ad essa; a destra invece un pulsante vi mostra la stessa stanza con una telecamera "magica" che ne cambia i colori. Lo scopo dell'enigma e calpestare le piastrelle giuste in modo da alzare una piattaforma sulla teca al centro della stanza: per capire quali sono, dovete vedere tramite la telecamera magica quali di esse hanno il simbolo che somiglia ad una clessidra. Dovrete saltare SOLO su quelle.
Ecco lo schema dei salti che dovrete fare.




Dall'entrata (E) saltate sulle cinque mattonelle nella sequenza indicata dai numeri e dalla freccia rossa; arrivati alla numero 5 la piattaforma si alzerà e voi dovrete saltare indietro su 4 e 3 per arrivarci. Se calpestate una piastrella diversa, la piattaforma si abbasserà (o non si alzerà affatto se non avete ancora completato la sequenza), e voi dovrete ritornare al pulsante della telecamera per poter ritentare. Una volta saliti sulla piattaforma così alzata, tirate la leva a salto nell'alcova sul soffitto e aprirete il portone in fondo alla caverna.

L'insediamento alieno


Oltrepassate il portone e scivolate lungo il pendio. Vi ritroverete in un'enorme grotta nella quale ci sono diverse costruzioni di tecnologia extraterrestre, ormai da tempo abbandonate. Dopo che la telecamera vi avrà mostrato questo singolare panorama, verrete lasciati alle prese con un robot- guardia, il primo di tanti che puntualmente spunteranno nel corso di questo e dei prossimi livelli. Per ora non avete ancora un'arma in grado di distruggerlo presto e bene, quindi utilizzate le armi che avete. Il fucile ha i risultati migliori. Una volta distrutto andate a sinistra rispetto all'entrata (lasciamo perdere la costruzione che si trova a destra lungo il sentiero) e appendetevi alla parete scoscesa; dondolatevi poi verso destra, girate l'angolo e proseguite finché potete, poi tiratevi su e saltate all'indietro per trovarvi dall'altra parte del baratro. Non andate nella costruzione a sinistra, ma verso il lato lungo del sentiero. Entrate nella zona a destra, appena sotto la caverna. Nella saletta a destra c'è una Scatoletta. Andate poi a sinistra e seguite il corridoio (notate una teca sulla sinistra) fino ad una serra in disuso, congelata come tutto il resto. Entrate nel padiglione sull'estrema destra e cercate una leva a salto nascosta tra i rami delle piante aliene che vedete. Uscite e girate subito a destra: avete aperto una porta lungo la scala. Saliteci e oltrepassate il blocco, poi andate a sinistra dove troverete una piattaforma scivolosa. Siate molto precisi e saltate esattamente dal bordo verso la scala, e arrampicatevi verso sinistra per entrare in una specie di laboratorio. Tirate la leva a salto e aprirete una porta orizzontale in un'altra serra e la teca che vi avevo fatto notare poco fa. Tornate alla zona serre dalla scala parallela a quella da cui siete entrati e lasciate per ora perdere la porta nella serra (che porta ad un lago ghiacciato per ora inservibile). Andate piuttosto nella teca e prendete il Traduttore Universale. Adesso potrete leggere gli strani simboli che vedete accanto alle porte salendo sui blocchi davanti ad essi. Ciò vi sarà utile per capire la funzione delle varie stanze: quella dove vi trovate, per esempio, è la Serra, se non l'avevate capito :P La telecamera vi ha mostrato una teca aprirsi nella costruzione dall'altra parte del ponte. Andateci e leggete i simboli: è la Tecnosala.
Dal piedistallo prendete la Nota del Meccanico e leggetela:

"COSE DA FARE SU YAGUL: Ricaricare la cellula energetica per il Turboveicolo".

Bene, è giunto il momento di darci da fare. Prima di tutto, entriamo nella porta che si è aperta dietro il "turboveicolo", ovverosia la moto, quella specie di calabrone che vedete davanti all'ingresso. Girate a destra e subito a sinistra. Premete il pulsante e si aprirà la porta orizzontale che ostruisce le scale. Saliteci, date uno sguardo alla saletta con i due pulsanti ostruiti da gabbie di vetro e dirigetevi alle piscine sulla destra. Vicino all'unica riempita con acqua pura e non con dell'acido c'è un pulsante che servirà a far scendere una delle gabbie di vetro. Tornate alla saletta e premetelo: l'acido della piscina centrale diventerà acqua. Tuffatevi e tirate la leva subacquea per abbassare l'altra gabbia di vetro.

Tornate a premere l'ultimo pulsante che cambierà l'acido della piscina di sinistra in acqua pura. Tuffatevi e recuperate la Cellula Energetica Vuota. Adesso tornate alla tecnosala e uscitene: date uno sguardo nell'angolo a sinistra davanti a voi, parallelo alla piastrella coi simboli alieni. Lì dentro c'è la strada per il segreto, ma possiamo aspettare ancora un po', quindi limitatevi a tenerlo a mente. Andate a destra rispetto alla tecnosala, verso la costruzione oltre il baratro (quella che avete notato all'inizio di questa sezione). Adesso c'è una piattaforma di vetro che vi permetterà di saltare agevolmente dall'altra parte. Entrate nella costruzione e salite le scale per arrivare ad una macchina dallo strano aspetto. Non saliteci, ma inseriteci la cellula per ottenere la Cellula Energetica Ricaricata. Raccoglietela e tornate alla tecnosala. Mettetevi davanti alla moto e selezionatela manualmente dall'inventario (il tasto azione non funzionerà). Lara la inserirà sulla moto e ci salirà: adesso il veicolo sarà in grado di correre alla massima potenza e di saltare baratri e ponti rotti; per farlo utilizzate il tasto sprint.

I quattro plasma


Ora vi trovate in una situazione molto simile a quella della ricerca delle spezie all'interno del Monastero: dovrete recuperare quattro Plasma di Riscaldamento per proseguire. Uscite dalla tecnosala e oltrepassate il ponte, poi scendete lungo lo scivolo davanti alla serra per arrivare al piano inferiore. Infilatevi nell'apertura di fronte a voi. Fermatevi per prendere da un piedistallo sulla sinistra la Pistola Aliena a Raggi e relative munizioni esplosive: vi tornerà veramente molto utile contro i robottini alieni. Tornate alla bike e scendete fino ad un sistema di caverne attraverso il quale si dipanerà la vostra ricerca. Come per il Monastero, anche qui potrete decidere in che ordine recuperare i plasma, e in più, a meno che non venga richiesta espressamente, potete fare le varie zone anche senza la moto. Perdersi è facile, ma se dovesse succedere non perdetevi d'animo: c'è sempre un passaggio segreto che vi riporterà sulla retta via.

L'ala dei ghiacci e del fuoco (Plasma n°1)


Da dove vi trovate andate a destra, verso una grande ala con un ponte sospeso. Percorretelo fino ad arrivare sull'altra sponda. Entrate nella costruzione e premete il bottone nell'angolo a destra. Andate alla porta così aperta e vi troverete su una piscina ghiacciata con alcune bocche di aerazione sui lati. Sparate al robottino e andate a destra, quindi arrampicatevi sulla scala fino al piano superiore. Dall'apertura dove siete vedete alcune piattaforme ghiacciate: quando ci salirete Lara scivolerà e se non starete attenti vi ritroverete punto e a capo, quindi salvate prima di fare qualsiasi cosa.

Dalla prima piattaforma saltate verso la seconda, dalla quale salterete curvando un po' la traiettoria verso destra. Afferrate il bordo della terza piattaforma e dondolatevi fino all'estremità di sinistra. Salite e saltate curvando verso sinistra, e dalla quarta piattaforma saltate verso un'apertura. Girate l'angolo e fate un salto obliquo verso l'ultima piattaforma, dalla quale arriverete ad una nuova zona. Seguite il corridoio verso destra, notando il buco nel pavimento. Arriverete in una stanza con una strana macchina "incompleta": avvicinatevi ed utilizzate la cara vecchia lancia. Così facendo sbloccherete le bocche di aerazione, che emetteranno del fuoco e scioglieranno il ghiaccio della piscina.
Non è ancora il momento di andarci: tornate indietro e calatevi nel buco del pavimento di poco fa. Ora ci troveremo in un passaggio molto difficile: c'è una scala orizzontale esattamente sopra due sputafuoco, e coordinarsi diventa veramente arduo! Probabilmente ci metterete diversi tentativi prima di arrivare dall'altra parte: io personalmente ho utilizzato la solita strategia di salvare e caricare, ma è comunque molto complicato. Una volta arrivati dall'altra parte, comunque, girate a destra e premete il pulsante per spostare un blocco nella piscina appena sciolta. Tornate indietro lungo la scala orizzontale (argh!) e tuffatevi nella piscina. Entrate nel cunicolo subacqueo che avete appena aperto e seguitelo, stando attenti: a metà circa del percorso c'è un'apertura sul soffitto che dovrete prendere. Salite e percorrete il nuovo corridoio fino alla fine. Questo nuovo passaggio consiste nel saltare con rincorsa e in obliquo nella piattaforma con lo sputafuoco, e da essa girarsi e saltare con rincorsa verso la zona a sinistra. La tecnica più adatta per eseguire questa prova è quella di saltare sulla piattaforma quando il fuoco è spento, immediatamente gettarsi giù e afferrare il bordo e, mentre il fuoco viene emesso, scorrere per posizionarsi verso l'apertura. Quando il fuoco è spento, bisognerà quindi salire e saltare verso il buco. Arrivati nella nuova zona, potrete premere il pulsante e finalmente prendere dalla teca il Plasma di Riscaldamento N° 1.

Il lago di acido (Plasma N°2)


Tuffatevi in acqua e uscite dalla piscina. Oltrepassate il ponte e, appena tornati alla zona del sistema di caverne, girate a sinistra. Qui c'è un baratro che potrete superare solo sprintando con la moto: fate molta attenzione perché è decisamente difficile. Una volta riusciti, spaccate la finestra a destra e lasciate la moto. Andate verso destra e scendete lungo la scala che troverete nel mezzo del corridoio: arrivati nella zona con la piscina di acido, andate verso sinistra e quando arriverete sulla scala in fondo scendete ancora un po' e saltate all'indietro. Andate all'apertura a destra e scendete lungo la scala per uscire nella zona del lago di acido. Sparate al fastidioso robottino e prendete il cunicolo appena visibile sulla sinistra. In fondo al corridoio c'è un pulsante che apre per pochi secondi la porta che sta dall'altra parte del lago. Salvate prima di premerlo, quindi sprintate via dal corridoio e saltate su una piattaforma alla volta, stando attenti a non cadere nelle acque nocive ma al tempo stesso a non rimanere fermi per troppo per tempo.

Una volta passata la porta potrete prendere il Plasma di Riscaldamento N° 2. Riattraversate il lago, risalite la scala e andate a destra: da qui grazie ad alcuni scivoli e ad una scala orizzontale potrete tornare alla moto. Uscite dalla saletta e andate dritti per tornare al ponte, e da esso al sistema di caverne.

Il ponte diroccato (Plasma N° 3)


Entrate nell'apertura direttamente parallela all'ingresso del sistema di caverne, e poi girate a destra: c'è una piccola apertura che dà su un ponte diroccato da saltare con la moto. Cercate di mirare esattamente verso di esso, in modo da non sbattere agli stipiti, e premete il tasto sprint per riuscire a saltare. Una volta dall'altra parte, lasciate la moto e dirigetevi a destra. Andate all'estremità sinistra e troverete un pulsante: esso apre una porta sulla scala al lato opposto, ma non è il momento di andarci. Tornate sul ponte diroccato e vedrete che una porta si è aperta sulla destra dell'uscita: saltateci e recupererete delle munizioni, oltre a premere un pulsante. Tornate alla scala che avevamo sbloccato prima, saliamoci e raggiungete la saletta. Sparate al robot e andate nell'angolo a sinistra, scendete la scala e arriverete in una specie di deposito. Saltate solo sulle piastrelle non "a grata" o morirete. In fondo alla stanza troverete il Plasma di Riscaldamento N° 3. Tornate alla moto e uscite da questa zona grazie all'apertura sulla destra, che vi eviterà di saltare una seconda volta il ponte. Scendete il dirupo fino ad un'alcova con un pulsante che premerete per reimmettervi nel sistema di caverne; memorizzate questa zona perché più tardi ci dovremo tornare.

I pali orizzontali (Plasma N°4)


Uscite dal sistema di caverne e tornate nell'ampia zona sotto la tecnosala. Prendete il primo tunnel a sinistra e continuate sempre a sinistra, fino ad una piattaforma obliqua che potrete utilizzare per darvi lo slancio con il tasto sprint per arrivare dall'altra parte. Raggiungete la costruzione aliena e lasciate la moto. Premete il pulsante al centro ed entrate nella porta a destra. è arrivato il momento di provare una delle nuove mosse introdotte da Titak: lo swing con i pali orizzontali! Per eseguirla, posizionatevi in corrispondenza del centro esatto del palo (uno qualsiasi dei due), fate una rincorsa e aggrappatevi a esso, poi premete il cursore in avanti tenendo premuto il tasto azione, e Lara inizierà a roteare. Quando volete, lasciate il tasto azione per far sì che lasci il palo e atterri dall'altra parte. Percorrete il corridoio a destra fino ad una grossa sala con due blocchi semoventi che vi schiacceranno senza pietà, se non ci starete attenti. Nei cunicoli a destra e a sinistra, esattamente in corrispondenza dei blocchi, ci sono due leve a salto che dovrete tirare necessariamente per proseguire: coordinatevi al movimento dei blocchi ed entrateci. Una volta tirate le leve, dirigetevi verso la sponda parallela all'entrata, dove si sarà abbassato un blocco.

Entrate nel nuovo corridoio e seguitelo; raccogliete le munizioni sul piedistallo e continuate fino ad un'altra sala con i pali orizzontali. Eseguite la stessa mossa di poco fa, ricordandovi di premere subito il tasto azione dopo averlo rilasciato per appendervi al secondo palo e da esso saltare sull'altra sponda. Se arrivata qui Lara dovesse scivolare, dondolatevi verso destra. In ogni caso, salite lungo la scala e prendete il Plasma di Riscaldamento N° 4 dal piedistallo: una porta si aprirà da qualche altra parte del livello. Andate nell'apertura al centro della sala e seguite il corridoio: tirate una leva a salto e potrete tornare agevolmente ai blocchi semoventi. Tornate nel loro corridoio e girate subito a sinistra. Da qui saltate verso il palo orizzontale più a sinistra, grazie al quale raggiungerete una leva a salto direttamente su uno scivolo: una volta tiratala, appendetevi ad esso e dondolate verso destra, per uscire da questa zona.

Il generatore


Adesso abbiamo recuperato tutti e quattro i plasma, e dobbiamo utilizzarli per sciogliere i ghiacci che hanno preso possesso di questo luogo. Riprendete la moto, andate all'estremità nord della stanza e saltate il pozzo per ritrovarvi nella caverna iniziale. Tornate all'ampia sala principale e lasciate la moto. Dirigetevi esattamente sotto la tecnosala, nell'angolo in fondo a sinistra, e seguite il corridoio fino a dei simboli che segnalano "Pericolo". Il pulsante giallo davanti ad essi vi fa vedere l'interno di questa stanza, visibilmente nociva. Andate nella porta che si è aperta quando avete recuperato l'ultimo plasma, un po' più indietro, e tirate la leva a salto: la stanza verrà bonificata, così che voi ci possiate passare senza pericolo. Arriverete così ad un immenso generatore, lungo i cui lati andranno messi i quattro Plasma. Una volta inseriti tutti, partirà un breve filmato nel quale vedrete i ghiacci sciogliersi. Adesso tornate alla moto e usatela per arrivare alla serra. Entrateci e andate alla porta orizzontale che avevamo aperto a inizio livello: il ghiaccio sottostante si è sciolto, e voi potrete guadare fino alla fine del corridoio, dove troverete la Chiave del Cancello. Abbiamo quasi finito: resta solo il segreto da prendere. Uscite dalla serra e tornate alla tecnosala. Ricordate il cunicolo che vi avevo fatto notare prima? Adesso potete raggiungerlo con un salto verso la parte più bassa. Entrateci e alla diramazione andate a sinistra, percorrete la saletta e salite nell'alcova a destra: vi troverete esattamente sul generatore. Fate molta attenzione a non passare sulla piastrella centrale: andate sul braccio sinistro e prendete le munizioni, poi sul destro a premere il pulsante e infine sul braccio speculare all'entrata per prendere il primo Pezzo di Sfera (Segreto N°12).
Tornate indietro, percorrete tutto il cunicolo accovacciati e tornerete alla moto. Tornate al sistema di caverne, andate a destra e uscite dalla porta che avevate aperto dopo aver preso il terzo Plasma, scendete tutto il dirupo fino alla fine. Mettete la Chiave del Cancello nella serratura a destra e aprirete l'accesso al prossimo livello.



LIVELLO 6: FROZEN IN TIME - To The Starship (Congelati nel tempo - verso l'astronave)



Il Teletrasporto


Percorrete il corridoio cavernoso fino alla fine, fino ad arrivare ad un grande lago con al centro un'ampia torre. Il ponte che conduce a lei non è attivo, e vi toccherà ripristinarlo. Tuffatevi in acqua e andate a sinistra, proprio verso il ponte, sotto il quale c'è un cunicolo subacqueo. Seguitelo, e quando arriverete ad una stanza apparentemente cieca andate sul muro a destra e premete il tasto azione davanti alla porta nascosta, che ha una texture diversa. Continuate verso destra ed emergerete in una stanza dove troverete il Disco di Teletrasporto. Tornate indietro e dirigetevi verso sud est, dove troverete una stanza in cui piazzare il disco appena trovato. Una volta inserito vedrete uno strano fascio di luce verde accendersi da qualche parte. Uscite dalla stanza e andate dritti e poi a destra sulla riva dall'altra parte della stalattite per trovare la stanza del teletrasporto: entrate nel fascio di luce e come per magia vi troverete al piano di sopra. Notate che ci si può trasportare solo DAL fascio di luce verde A quello giallo, mai viceversa. Andate a sinistra, sul balcone che dà sul lago, e recuperate un medipack. Adesso entrate di fronte, nell'apertura principale, per l'enigma dei pesi.

L'enigma dei pesi


Sarete in una grande stanza con uno strano macchinario con quattro braccia al centro, e alcune nicchie tutto intorno ad esso su quello che sembra un lago di acido ghiacciato. Andate dritti, in una stanzetta dove potrete arrampicarvi su una scala e tirare le due leve a salto a destra e a sinistra, che apriranno altrettante porte sui lati della stanza. Ora, le stanze che abbiamo aperto sono pressoché identiche: si tratta di un corridoio che termina in una saletta dal pavimento a specchio e che prosegue con uno scivolo che dà esattamente sullo strano macchinario. Ciò che dovete fare è questo: estraete le pistole, mettetevi sul lato dello scivolo più opportuno e saltateci sparando, in modo spaccare le teche in cui sono conservati i pesi e farli cadere direttamente nelle nicchie. Quando ci sarete riusciti, saltate immediatamente indietro perché il ghiaccio si scioglierà e la piscina è nociva! In una delle due stanze si aprirà inoltre una porta che vi permetterà di appropriavi del Fusibile del Ponte N°1.

Il ponte


Uscite da questa sala e andate a destra. Tuffatevi con attenzione in acqua e nuotate verso l'entrata della caverna con la torre, e quindi andate nell'angolo a sinistra (guardandola). C'è un pilastro sul quale ci si può arrampicare per mezzo di una fenditura: seguitela e accucciatevi all'interno.

Seguite il corridoio, sparate alla grata che lo ostruisce e arrivate in una saletta con alcuni alieni ibernati (figo, eh? :D) e troverete il Fusibile del Ponte N°2. Uscite da questa zona e tornate al lago. A poca distanza dal pilastro c'è la stanzetta dove posizionare i due fusibili. Così facendo alzerete il ponte che vi condurrà, finalmente, alla Torre.

La Torre


Oltrepassate il ponte ed entrate nella Torre. Saltate a sinistra sul blocco che affiora dall'acqua e poi su quello a destra. Arrampicatevi fin sopra la scala e accucciatevi nella fenditura, e quindi andate a destra. Prima di premere il pulsante che vedete davanti a voi, guardate lo sfondo: ci sono alcune piattaforme trasparenti che sembrano non portare da nessuna parte. Premente ora il pulsante e vedrete che esse inizieranno a scomparire e riapparire alternandosi. Il segreto per passare questa prova di abilità consiste nel saltare verso il punto dove c'è la piattaforma mentre essa ancora deve apparire, in modo da atterrarci nel momento in cui essa appare e avere il tempo di spostarvi in direzione della seguente. Ecco gli schemi per superarlo (la linea rossa indica la posizione dove dovrete atterrare).



Dal punto di partenza, fate un salto da fermi verso 1, poi spostatevi verso due e fate un salto con rincorsa; da qui spostatevi verso 3 e fate un salto da fermi. Infine un salto con rincorsa verso la terraferma. Salite al livello successivo e salvate.



Andate verso l'angolo a sinistra e fare un salto da fermi in obliquo verso 1, spostatevi rapidamente verso 2 e fate un altro salto da fermi, girandovi in volo il più possibile. Posizionatevi quindi verso 3, fate un salto da fermi e infine un salto con rincorsa verso la terraferma. Salvate. Da questo punto adesso potrete fare un salto verso l'unica piattaforma evanescente e da essa arrivare finalmente a quella ferma. Adesso andate sulla balconata a sinistra e portatevi sull'estremità destra della pensilina. Fate un salto con rincorsa verso lo scivolo di rocce che sporge. Appendetevi ad esso e dondolatevi verso destra, quindi salite e sfruttatene la pendenza per saltare con capriola e aggrapparvi allo sperone dietro di voi. Salite e andate nell'angolo a sinistra, quindi saltate con rincorsa verso la sporgenza sul lato della Torre. Tirate la leva a salto e vedrete un blocco apparire sul lato opposto di essa. Ora tornate indietro, appendetevi all'alcova sul muro, entrateci e seguite il corridoio cavernoso. Fate un salto ben calibrato per superare lo smottamento e seguite le piattaforme, possibilmente senza cadere, fino ad arrivare al blocco che abbiamo appena alzato, tramite il quale salirete sulla scala che vi condurrà in cima alla Torre. Prima di proseguire, prendiamo un segreto: dal punto in cui arrivate, andate in fondo a sinistra, nell'angolo estremo accanto a quella specie di generatore. Giratevi verso il lato sud-ovest della caverna e fate un salto con rincorsa verso la fenditura. Aggrappatevi ad essa e dondolatevi verso sinistra; entrate nell'apertura e sarete in una stanza di scivoli. Sfruttate le varie pendenze per raggiungere il piano superiore, dove troverete il Segreto N° 13, il secondo Pezzo di Sfera. Combinatelo con quello trovato nel livello precedente per ottenere la Sfera. Adesso calatevi con attenzione nel buco al centro del pavimento e tornerete sulla Torre. Andate sul lato opposto, dove c'è quella specie di skate-board: premente il tasto azione senza rilasciarlo e Lara lo cavalcherà per uscire da questa zona.

Verso l'astronave


Atterrerete in una specie di laboratorio. Andate a destra e troverete un cartello alieno con su scritto

"ATTENZIONE! Indossare armatura protettiva".

Capirete bene dunque che camminare nella stanza con le piastrelle acidificate equivale a un suicidio, quindi per ora non possiamo prendere la chiave al centro della stanza. Uscite sul balcone e prendete le munizioni, quindi salite sulla scala a destra e saltate all'indietro verso il pavimento del piano superiore. In fondo alla stanza vedrete una specie di tubo accanto ad una piastrella con un simbolo tondo: è là che il tubo va posizionato. Una volta fatto questo, un blocco sulla destra si aprirà e vi permetterà di proseguire per prendere l'Armatura di Protezione Corporea. Scendete al piano inferiore, uscite dove c'è lo skate-board e andate a destra, fino ad arrivare ad una Sala Vestiti: entrateci premendo il tasto azione e selezionando l'Armatura. Lara ne uscirà vestita dell'armatura (non vedrete mentre si cambia, spiacente :P ). Tornate ora alla stanza con le piastrelle acidificate e prendete la Chiave a Disco. Usatela nella serratura nella stanza precedente ed entrate nella porta che si aprirà. Vi troverete in un'ennesimo corridoio pietroso. Seguitelo fino a metà strada, dove c'è una costruzione. Entrateci e andate nella serra a sinistra, dove dovrete cercare una leva a salto tra i rami. Tiratela e uscite dalla serra: nella sala attigua si sarà aperta una porta sul pavimento. Calatevi all'interno e prendete il Disco di Teletrasporto. Tornate su, uscite dalla costruzione e proseguite lungo il pendio fino alla fine: ora siete in una specie di sala macchine. Sulla sinistra c'è la serratura dove utilizzare il disco, che aprirà una porta e attiverà un fascio di luce. Ora, esso è giallo e come ricorderete ci si teletrasporta solo da quello verde, quindi per ora è inutile entrarci. Andate a sinistra e seguite il corridoio fino ad una leva a salto. Tiratela e aprirete la porta principale nella stanza dove avete messo il disco.

La caverna dell'astronave


Tornate indietro e uscite dalla porta che avete appena aperto. La telecamera vi mostrerà l'immensa astronave arenata nella caverna, in cima alla quale giace la Pietra Cai'Xia. Finito il filmato, andate nell'apertura a destra e andate fino in fondo per prendere una Scatoletta, quindi tornate un po' indietro fino alla scala. Saliteci e uscite all'esterno. Da qui saltate sulla piattaforma a triangolo a sinistra e appendetevi alla fenditura; dondolatevi verso destra, girate l'angolo e continuate fino al punto in cui potrete saltare fino ad una caverna. Oltrepassate il pericoloso pozzo e continuate finché non riuscirete a saltare sul tetto dell'astronave, dove raccoglierete la Pietra Cai'Xia.

Lara: Ed eccoti qui, finalmente... mi chiedo cosa tu sia davvero.

La porta dell'astronave si aprirà. Potete tornare indietro lungo tutto il percorso oppure, più comodamente ma perdendo un po' di vita, scivolare lungo il tetto e appendervi per atterrare esattamente sul ponte. Prima di proseguire, vale la pena di prendere il segreto: entrate nell'astronave e andate a sinistra, e proseguite finché non troverete la serratura nella quale inserire la Sfera. Entrate nella porta così aperta e prendete il Segreto N°14, ovvero lo Yavi'ny Gha'rth.

La chiave dell'astronave


Uscite dall'astronave (notate che il portale necessita di una chiave) e saltate dall'altra parte del baratro, verso l'entrata della caverna. Andate quindi a sinistra, sul bordo adiacente all'apertura che poco fa abbiamo usato per salire al livello superiore. Notate, sulla destra, un pilastro scivoloso: usatelo attentamente per scendere fino al pavimento della caverna. Una volta scesi, andate a destra guardando il pilastro e cercate una grata sul muro: usate lo scivolo per spararla e poi entrateci. Proseguite, sparate ad un'altra grata ed entrate nel nuovo ambiente. A destra vedrete una leva protetta da una teca di vetro, mentre a sinistra c'è un macchinario con accanto quattro "batterie" issate su una colonnina. Dovrete spingerle sulle apposite piastrelle intorno alla struttura principale, orientandole in modo che quella specie di beccuccio giallo che tutte hanno sul lato guardi verso di essa. Ogni volta che lo farete bene la piastrella si alzerà e darà energia al macchinario; quando le avrete posizionate tutte, la teca che ostruiva la leva si aprirà. Tornateci e forzatela con la lancia: dall'altra parte della porta vedrete delle piattaforme scivolose alzarsi in una piscina di acido. Adesso tornate indietro col cunicolo e andate a sinistra, in quella specie di caverna. Seguitela fino al lago di acido che abbiamo appena visto: noterete che anche posizionando la chiave in vostro possesso la porta rimane bloccata (ecco perché abbiamo dovuto prendere un percorso alternativo!). Saltate lungo i primi tre scivoli con attenzione per arrivare nella zona dove potrete prendere la Chiave dell'Astronave Yavi'ny. Saltate con ancora più attenzione lungo gli ultimi tre scivoli e uscite da questa zona. Andate a sinistra e troverete il raggio verde per teletrasportarvi all'entrata della caverna; saltate verso l'astronave, posizionate la chiave e proseguite per assistere al filmato e terminare anche questo livello.
  • Alieno: Benvenuta, donna terrestre.
  • Lara: Croft... il mio nome è Lara Croft. Non ho intenzione di farvi del male.
  • Alieno: So che non lo vuoi. In fin dei conti, hai riportato a casa lo Ya'ktar.
  • Lara: Intendi questa pietra? Qual'è la sua vera funzione?
  • Alieno: Lo Ya'ktar è una fonte di grandissimo potere, e mi renderà in grado di tornare sul mio pianeta di origine, appena il resto della mia astronave sarà di nuovo operativo.
  • Lara: Sembra affascinante. Posso aiutarti in qualche modo?
  • Alieno: Molti anni fa venimmo sul tuo pianeta per una spedizione. Il nostro scopo era quello di conoscere la vostra specie... ma qualcosa andò terribilmente storto e la nostra astronave perse potere... i miei compagni furono uccisi da una malattia e dall'ambiente gelato. Io mi misi in ipersonno nella speranza che qualcuno riportasse indietro lo Ya'ktar. Ma questo mi ha indebolito, e ora rimane poco tempo: divento sempre più debole mentre ti parlo. Ti chiedo di aiutarmi a ritrovare le quattro Cellule al Triclon ricaricate... si trovano dentro la mia astronave.
  • Lara: Beh, ho appena scoperto che il ritrovare cose è una delle mie specialità. Mantieniti al caldo: tornerò presto con quello che ti serve.



LIVELLO 7: THE YAVI'NY STARSHIP - Beginnings (L'astronave Yavi'ni - Operazioni preliminari)



Questo piccolissimo livello funge più che altro da raccordo, e serve a gettare le basi per i due livelli finali, che si svolgeranno all'interno dell'astronave, e forma con essi un tutt'uno. Non lo dividerò in zone perché si svolge in pochissime stanze e per di più non si fatica troppo. Dal punto di partenza entrate nell'astronave dal portale davanti a voi (notate che Lara si è tolta il maglioncino!), e nel corridoio girate a sinistra e poi di nuovo a sinistra. In fondo al corridoio vedrete un pulsante coperto da una teca. Girate nell'apertura a destra ed entrerete nella sala macchine. Sulla destra dell'entrata c'è un pulsante, ma prima esplorate un po' in giro: al piano superiore, per esempio, vedrete una leva protetta da raggi letali; sotto la scala di cristallo, inoltre, potrete trovare una seconda Pistola a Raggi, se non avevate preso la prima qualche livello fa.

Lara ritrova il suo zainetto Premete il pulsante: vi aprirà per pochissimi attimi la porta di fronte all'ingresso del corridoio con il pulsante. Correteci molto velocemente, e una volta che sarete dentro la porta rimarrà aperta. Seguite il corridoio fino ad un'enorme sala buia e profonda: appena visibili, ci sono due serie di piattaforme sui lati. Portatevi nell'angolo a destra e con un salto obliquo raggiungete la prima. Da qui saltate con attenzione sulle seguenti, fino a raggiungere l'altra sponda. Prendete dal piedistallo la Cintura Antigravitazionale, e vedrete i raggi letali che proteggevano la leva nella sala macchine spegnersi.

Adesso tornate indietro grazie alla seconda serie di piattaforme (attenti perché dovrete fare un salto piuttosto pericoloso dall'ultima) e andate alla sala macchine, dove potrete premere la leva. Vedrete uno strano raggio giallo accendersi da qualche parte dell'astronave oltre la finestra. Scopriremo più tardi di cosa si tratta; per ora scendete e andate a premere il pulsante che ora non è più protetto dalla teca. Uscite dalla porta che si aprirà all'altra estremità del corridoio e potrete terminare questo brevissimo livello.



LIVELLO 8: THE YAVI'NY STARSHIP - Engineering (L'astronave Yavi'Ny - Macchinari)



Inizierete questo livello nella stessa stanza in cui finiva il precedente, con una grande struttura "a scala" trasparente e molte porte chiuse. Per prima cosa dobbiamo aprirle, e per farlo abbiamo bisogno di attivare lo Yagull. Salite su quella specie di scala trasparente e andate nell'apertura a destra: sui due muri laterali vedrete dei pulsanti. Tirate indietro i blocchi di vetro incassati nel muro, saliteci e premete i due pulsanti. Entrate nella porta così aperta e vedrete che, passando dai raggi blu, si attiverà una trappola a raggi. Coordinatevi con il meccanismo e oltrepassatelo, quindi seguite il corridoio e recuperate la Chiave di Attivazione Yagull. Tornate indietro, sempre stando attenti ai raggi, e tornate alla scala: prima di farlo però prendete nota della porta parallela a quella aperta coi due pulsanti, che come vedete è rimasta chiusa... Scendete al piano di sotto e inserite la chiave nella serratura parallela all'entrata, dove vedete la faccia di una specie di uccello. Attiverete così lo Yagull, un simpatico robot dalle fattezze di un volatile, che molto gentilmente vi aprirà una porta. Entrateci.


Il Nucleo al Triclon


Entrate nella nuova stanza. Fate fuori i due robottini malefici e date uno sguardo alla stanza: al centro vedete un enorme nucleo al Triclon, inattivo, con tre piastrelle "particolari" intorno; a sinistra ci sono tre prismi protetti da raggi nocivi, mentre in fondo alla stanza c'è una specie di laboratorio. Entrateci e seguite la scala di cristallo fino al ballatoio. Notate, lungo il percorso, un'apertura chiusa da alcune sbarre sulla destra e una piscina sulla sinistra. In fondo al ballatoio potrete prendere il Disco di Navigazione 1. Adesso tuffatevi nella piscina ed entrate nel cunicolo, e seguitelo fino ad arrivare nella piscina direttamente sotto il nucleo. Potete prendere un po' d'aria affiorando sotto il pavimento vetroso. Ora notate in fondo alla piscina, parallela all'entrata, un'apertura bloccata da sbarre, poi accendete un bengala e andate immediatamente a destra dell'entrata. Girate l'angolo e state molto attenti, perché uno dei pannelli di cui è fatta la parete è in realtà una porta che potrete aprire premendo il tasto azione: lo potete individuare perché alla luce del bengala risulta più opaco. Entrateci e tirate la leva subacquea. Uscite, prendete un po' d'aria e fate lo stesso dall'altro lato, dove c'è un'altra porta e un'altra leva subacquea. Adesso la porta non è più bloccata dalle sbarre: entrateci e seguite il cunicolo fino ad un'ampia stanza dalla quale potrete emergere in un nuovo laboratorio. Seguite il corridoio verso destra, prendete le munizioni dal piedistallo a sinistra e scendete dalla scala di cristallo. Andate nell'apertura a destra e notate la Batteria al Triclon. Ancora è scarica, prima di prenderla dobbiamo attivare il grande macchinario del nucleo. Premete la leva gialla in fondo al laboratorio e vedrete che i raggi letali che proteggevano i prismi si disattiveranno.

Uscite dal laboratorio premendo il pulsante e andate verso i prismi, ma prima di farlo rimanete nella stanza del nucleo e guardate in alto, e prendete nota dei colori in corrispondenza delle piastrelle attorno al nucleo. Ora armatevi di pazienza e spingete i prismi sui rispettivi colori: per la precisione, guardando il nucleo dall'apertura della loro stanza, il rosso andrà sulla piastrella centrale, il blu su quella a destra e il verdastro sulla sinistra. Se li posizionerete in modo esatto, saliranno fino al soffitto. Una volta posizionati tutti e tre, tornate al laboratorio dove avevate trovato il disco di navigazione e salite sul ballatoio, dove l'apertura è adesso sgombra dalle sbarre. Salite al piano superiore tramite essa e seguite tutta la balconata (notando l'apertura con la seconda batteria) fino a raggiungere una leva gialla che attiverà il nucleo e renderà le batterie utilizzabili. Scommetto che non avete mai faticato tanto per ricaricarne una :D Prendete quella sulla balconata, poi scendete e tornate al secondo laboratorio, dove potrete prendere la seconda. Una teca si alzerà su un pulsante nella stanza dello Yagull. Tornateci.


L'accesso ai giardini
Andate a premere il pulsante appena liberato, che si trova al piano superiore: lo Yagull arriverà da voi e vi aprirà una porta. Entrateci e andate verso il pulsante sul fondo della stanza, che apre a tempo una delle quattro porte: premetelo, fate una capriola e sprintate verso quella in fondo a destra. Seguite la salita fino ad una balconata dalla quale potrete sparare al robottino (sono lieto di comunicarvi che è l'ultimo!) e poi guardate giù: c'è una grandissima grata sul pavimento dalla quale proviene un forte vento. Se ci cadrete Lara verrà sbalzata in aria e morirà. Andate verso l'angolo a sinistra e giratevi in modo da guardare l'entrata: sul muro davanti a voi vedrete una linea blu. Saltate e aggrappatevi ad essa come se fosse una fenditura, quindi dondolatevi verso destra e salite nell'alcova. Posizionatevi in corrispondenza del palo orizzontale e usatelo per arrivare dall'altra parte. Percorrete il corridoio e tirate la leva, che aprirà una porta ma al tempo stesso attiverà delle piattaforme a tempo simili a quelle che abbiamo trovato qualche livello fa: la differenza è che queste non spariscono, ma "scattano" verso il basso facendovi cadere. Coordinatevi ad esse: vi consiglio di fermarvi un secondo su ciascuna prima di saltare verso la seguente, e di non fare mai salti con rincorsa ma solo da fermi, in avanti, indietro con e senza capriola o di lato. Arrivati sull'ultima arrampicatevi in fretta nell'alcova. Adesso potrete prendere il Disco della Stanza di Teletrasporto. Uscite grazie al corridoio che vi riporterà nella zona delle quattro porte, inserite il disco per attivare il teletrasporto ed entrate nel raggio verde per uscire (ma solo temporaneamente) da questo livello.



LIVELLO 9: THE YAVI'NY STARSHIP - Hydrophonics (L'astronave Yavi'ny - i giardini idroponici)



Se non sapete cos'è l'idroponica, ve lo dico io: si tratta di una tecnica di coltivazione nella quale il terreno viene sostituito da altri materiali, in modo che le piante possano sopravvivere anche in ambienti differenti da quelli da cui provengono. Wikipedia docet! :P

I giardini e gli acquari


Uscite dalla zona del teletrasporto utilizzando il pulsante, quindi seguite il corridoio e fermatevi a prendere il medipack sulla sinistra. Continuate fino alla fine, girate a destra e scendete la scala che vi porterà fino ad una zona con diversi acquari. Dall'entrata dirigetevi a destra e seguite l'angolo fino ad uno degli strani fasci di luce che due livelli fa abbiamo visto accendersi: ora scopriremo a che servono. Andateci vicino e aggrappatevi ad esso come se fosse una scala: grazie alla sua sensazionale cintura antigravitazionale recuperata tempo fa, Lara può letteralmente volare! Arrivate fino in cima e saltate all'indietro. Adesso sarete in cima alla piscina: prendere la pistola a raggi con munizioni esplosive e sparate alla sfera sulla fontanella. In realtà potreste farlo con qualsiasi altra arma, ma richiederebbe tempo e precisione, e visto che ormai i nemici sono finiti... Una volta che avrete visto la telecamera inquadrare il mezzo di un'altra piscina, tuffatevi in quella dove siete e recuperate la Chiave dei Giardini Idroponici nell'angolo a destra.

Emergete e scendete al piano di sotto, girate tutto intorno alla piscina e troverete la serratura nella quale utilizzare questa chiave, che vi aprirà l'accesso ai giardini sulla sinistra. Entrateci e sparate alla seconda sfera, quindi andate a sinistra e poi a destra, verso un altro raggio antigravità. Saliteci e saltate sulla pensilina quadrata per arrivare sulla sponda a destra. Andate nell'apertura a destra e troverete un'altra piscina, con la terza sfera a cui sparare. Uscite (notate di fronte a voi una serratura) e tornate giù; usciti dalla stanza del raggio andate dritti e troverete un'altra grande piscina con alcune mosche fastidiose che vi attaccheranno. Aspettate che se ne vadano e poi sparate alle due sfere negli angoli della piscina: la piattaforma a sinistra si alzerà, permettendovi di raggiungere l'apertura ad essa parallela. Entrateci e recuperate la Chiave Universale dell'Astronave, ma non scendete ancora lungo le scale. Uscite da questa zona e tornate al raggio antigravità usato poco fa. Salite di nuovo e andate a inserire la chiave nella serratura che avete notato poco fa. Si aprirà una porta sulla sinistra. Andateci e prendete la terza Batteria al Triclon Ricaricata.

Le celle dell'ipersonno


Potete tuffarvi e raggiungere di nuovo la piscina con la piattaforma alzatasi poco fa. Tornateci e stavolta scendete lungo le scale di fronte a dove avete trovato la chiave universale. Seguite il corridoio fino ad un raggio antigravità. Saliteci e vi troverete ad una diramazione: andate a destra, dove vedete tante teche nelle quali sono rinchiusi degli alieni in ipersonno (penso che, a parte quello con cui abbiamo parlato prima, siano tutti morti... poverini). In un angolo vedrete una teca rotta: dovrete spingerla fino all'unica piastrella sgombra, col disegno di un disco sopra. Così facendo, si aprirà un buco nel pavimento. State molto attenti adesso: dovrete scivolare lungo il pendio all'interno di questa apertura e aggrapparvi alla scala orizzontale in modo da non cadere nell'acido. Seguite la scala fino al pulsante e premetelo: adesso potete tranquillamente cadere nel buco dato che ci si è alzata una piattaforma protettiva.

Adesso sarete in un laboratorio: non premete per ora il pulsante sulla parete lunga, ma usate la chiave universale nella serratura ed entrate per tirare la leva gialla. La telecamera vi mostrerà un pulsante, nella zona sopra la piscina più grande, che viene liberato da una teca. Ora potete premere il pulsante di prima e uscire. Seguite il corridoio fino al raggio antigravità e salite di nuovo nella zona dell'ipersonno, ma stavolta andate a sinistra, in modo da trovarvi sopra la piscina. Andate al pulsante, che aprirà una porta sulla sua destra per pochissimi secondi: il modo migliore per arrivarci è fare una capriola e saltare sull'altro braccio della struttura in modo da evitare il ramo fastidioso della pianta rossa, per poi sprintare oltre la porta.

Acqua e fertilizzante


Siete in un ennesimo giardino, in fondo al quale dei raggi proteggono una stanza. Prima di tutto, andate nella pozza e cercate la Bolla d'Acqua tra le piante arancioni nell'angolo. Adesso salite sulla scala di cristallo e fermatevi a metà altezza, dove vedete il pulsante. Premetelo, fate una capriola e sprintate verso la porta, che è a tempo. Andate dritti fino a raggiungere una stanza con due bacinelle, dalla quale parte una serie di radici che spuntano dal soffitto. Potete usarle come scala orizzontale, ma si interrompono proprio a metà: dobbiamo ancora fare qualcosa. Tuffatevi in acqua e, guardando l'apertura della zona con le bacinelle, andate nel cunicolo a destra, dove potrete trovare il Fertilizzante. Adesso risalite e andate a posizionare l'acqua e il fertilizzante nelle bacinelle: le radici sul soffitto cresceranno e adesso potrete raggiungere l'altro lato. Geniale, eh? :) Sull'altra sponda troverete il Disco di Navigazione 2. Tornate alla porta e premete due volte il tasto per uscire sulla rampa di cristallo. La porta in cima adesso è aperta.

L'ultima batteria


Entrate e tirate la leva a destra: i raggi in fondo al giardino di sotto inizieranno a spegnersi e ad accendersi a intermittenza. Andateci e oltrepassateli con molta attenzione. Nella nuova stanza, andate a sinistra lungo la scala di cristallo, e poi cercate il pulsante nell'angolo che aprirà a tempo un pannello sul pavimento. Entrateci, prendete velocemente la seconda Chiave dei Giardini Idroponici e uscite subito, anche perché arriveranno delle antipatiche larve che potrebbero darvi del filo da torcere. Passate di nuovo i raggi, salite sulla scala e andate a sinistra dove potrete posizionare la chiave e prendere l'ultima Batteria al Triclon Ricaricata. Vedrete la stanza del teletrasporto aprirsi. Uscite dalla stanza, andate verso il raggio antigravità e usatelo stavolta per scendere al piano di sotto. Premete il bottone ed uscite nella zona di inizio livello. Andate a sinistra e di nuovo a sinistra per teletrasportavi al livello precedente.

Di ritorno alla sala macchine


Premete il pulsante ed uscite, quindi andate a sinistra per tornare nella zona principale del livello centrale, quella con gli Yagull. Prima di proseguire, andate nella stanza con i due pulsanti e i blocchi di cristallo spostabili: la porta sulla sinistra, che vi avevo fatto notare, si è finalmente aperta, e potete prendere il Segreto N°15, l'ultimo, che è la stupenda Galassia! Adesso uscite e andate all'ultima porta che lo Yagull vi ha appena aperto. Usate il raggio antigravità (sì, è proprio quello che avevamo visto accendersi in Beginnings) e salite al piano superiore. Siete adesso nella zona di comando dell'astronave. Andate in fondo alla stanza ed accedete alla grande cabina di pilotaggio, dove il nostro alieno aspetta addormentato che sistemiate la situazione. Prendete dal piedistallo sulla sinistra "Quello che sembra un Cacciavite", traduzione testuale, e premete il pulsante sulla parete adiacente: nella camera attigua, che abbiamo appena passato, si apriranno le teche dove dovrete inserire le quattro batterie.

Una volta che lo avrete fatto, si aprirà la porta per il bellissimo planetario, una stanza buia con un modellino della galassia. Andate sulla destra e cercate il Pianeta Terra, dove posizionerete il Disco di Navigazione 1; più o meno parallelo ad esso, inserirete il 2 in un pianetino azzurro, la destinazione del nostro amico alieno. Quando l'avrete fatto, due piattaforme si alzeranno nella stanza a destra dell'alieno. Uscire dal planetario può essere difficile: per orientarvi, guardate la bussola e posizionatevi verso ovest (W), e accendete un bengala per vedere l'uscita.

Adesso tornate dall'alieno e arrampicatevi sulle piattaforme; combinate il Cacciavite con la Pietra Cai'Xia e otterrete lo Ya'ktar. Inseritelo nell'apposita serratura. Attraversate la stanza e sparate allo schermo davanti all'alieno per vedere la galassia. Andate a prendere il Cristallo di Controllo Centrale dalla stanza di fronte a voi e posizionatelo davanti all'alieno... e godetevi i filmati finali!


Alieno: Grazie Lara! Ce l'hai fatta!
Lara: Di nulla. è stato memorabile e anche divertente! Ma ora come farai a far uscire l'astronave dalla montagna? è completamente incassata tra rocce e ghiaccio...
Alieno: Non devi preoccuparti di questo. La nostra tecnologia mi renderà in grado di smaterializzare le rocce e il ghiaccio per poi rimetterli a posto. Nessuno saprà mai che siamo stati qui, e questo è un bene.
Lara: Terrò la bocca chiusa.
Alieno: Ora è tempo che tu vada. Troverai un villaggio ad est da qui.
Lara: Grazie... addio, e fai buon ritorno a casa.





E con il bellissimo filmato finale, si conclude questa emozionante avventura tra i ghiacci dell'Himalaya! Vi ringrazio di aver scelto la mia soluzione e spero di esservi stato utile e chiaro. Per ulteriori consigli o chiarimenti, mi trovate sul mitico forum di Aspidetr. Arrivederci alla prossima avventura!

NILLC (Max Rizzo)